Con Figure 43D Systems taglia i tempi per realizzare il primo pezzo

3D Systems consente ai clienti di semplificare il percorso verso la produzione grazie ai test dei materiali avanzati di Figure 4

3D Systems ha annunciato di aver completato i test per i nuovi materiali di Figure 4 rispetto agli standard ASTM e ISO.

I materiali sono al centro delle soluzioni di produzione digitale di 3D Systems e, alla fine del 2019, l’azienda ha introdotto una vasta gamma di materiali ad alte prestazioni per la propria piattaforma Figure 4, aprendo la porta a nuove applicazioni.

Con il rilascio dei dati relativi ai test dei materiali avanzati di Figure 4, l’azienda è la prima nel settore a fornire tale livello di trasparenza, consentendo ai clienti di risparmiare tempo, ridurre i costi e velocizzare i tempi per la realizzazione del primo pezzo.

Come riferito, infatti, in una nota ufficiale da Marty Johnson, tecnico di 3D Systems: «Fino a questo momento, i dati relativi ai test dei materiali forniti dal settore sono stati incompleti per le applicazioni di produzione e di scarso valore per gli operatori abituati ai dati che accompagnano la plastica stampata a iniezione. Se un ingegnere intende utilizzare qualsiasi materiale per le applicazioni di produzione ad alta qualità, per poterne valutare l’efficienza ha bisogno di un set completo di dati che soddisfino gli standard del settore. 3D Systems riconosce come questi standard contribuiscano a migliorare la qualità dei prodotti, ad aumentare la sicurezza, a facilitare l’accesso al mercato e al settore, nonché a costruire la fiducia del cliente. I test, sia rispetto agli standard AST che ISO, ci consentono di rivolgerci un’ampia gamma di produttori in tutto il mondo e introdurre l’utilizzo di additivi per una produzione di alta qualità».

Fornire all’industria manifatturiera un set completo di dati per scegliere il miglior materiale possibile per la propria applicazione, consente di passare velocemente ai test, per esempio controllando la durata delle parti e/o dei componenti o di eseguire più approfondite valutazioni della biocompatibilità.

3D Systems ha completato i test per i nuovi materiali Figure 4 progettati per le applicazioni di produzione: Figure 4 PRO-BLK 10, Figure 4 EGGSHELL-AMB 10, Figure 4 HI TEMP 300-AMB, Figure 4 FLEX-BLK 20, Figure 4 RUBBER-BLK 10, Figure 4 TOUGH-BLK 20, Figure 4 MED-AMB 10 e Figure 4 MED-WHT 10.

L’azienda ha condotto test rispetto a un’ampia gamma di proprietà: stabilità ambientale a lungo termine, dati elettrici, infiammabilità UL94, biocompatibilità, proprietà meccaniche ISO, tolleranze delle proprietà meccaniche isotropiche e compatibilità con i liquidi utilizzati nel settore dell’auto e con i reagenti chimici.

Questi materiali hanno proprietà uniche ed eccellenti che rappresentano notevoli miglioramenti per quanto riguarda la produzione della prima stampa, la deflessione termica, la stabilità UV, la durata, la flessibilità e la resistenza agli impatti.

Consentono al contempo di mettere in pratica nuovi flussi di lavoro relativi alla produzione biocompatibile e digitale diretta. Tali materiali innovativi completano l’intero portafoglio dell’azienda, il quale, combinato con la tecnologia di stampa, il software e i servizi di 3D Systems, ha consentito ai suoi clienti di creare circa 200 milioni di parti di produzione solo 2019.

Marty Johnson di 3D Systems illustrerà mercoledì 25 marzo alle ore 13.30 l’importanza dei dati completi relativi ai test dei materiali in una sessione della AMUG Conference 2020 (Chicago) intitolata “L’industrializzazione della manifattura additiva: produzione diretta ad alta velocità con polimeri avanzati”.