I clienti potranno realizzare reti ad hoc autonome e auto-organizzanti

Il nuovo firmware Phoenix Contact per reti WLAN Mesh

Phoenix Contact presenta il nuovo firmware 2.6, grazie al quale il modulo radio WLAN 2100 sarà im grado di offrire, oltre all’access point e al client, anche la modalità operativa WLAN Mesh. Grazie a WLAN Mesh è possibile realizzare reti “ad hoc” autonome e auto-organizzanti, che non richiedono un’infrastruttura centrale come i punti di accesso WLAN.

Semplicità di pianificazione, contenuti costi di installazione e di espansione, nonché adattabilità flessibile alle condizioni mutevoli sono alcune delle proprietà che caratterizzano una rete mesh WLAN. È trasparente al layer 2, in modo che anche i protocolli di automazione industriale come Profinet o Profisafe possano comunicare attraverso la rete mesh. Il protocollo routing mesh è indipendente dal mezzo fisico di trasmissione. Pertanto, nella rete mesh si possono utilizzare, oltre ai collegamenti radio, anche i collegamenti via cavo. La comunicazione è protetta contro le manipolazioni e le intercettazioni con sicurezza WPA2 e crittografia AES, come di consueto con WLAN.

La rete WLAN mesh viene utilizzata nelle applicazioni di automazione in cui la consueta struttura a stella della rete wifi non è adatta, ad esempio perché diversi dispositivi di automazione devono comunicare senza fili direttamente tra loro o un punto di accesso centrale non sarebbe direttamente accessibile.

La funzione WLAN mesh è disponibile anche per i vecchi moduli WLAN 2100 tramite aggiornamento del firmware. Il firmware può essere scaricato gratuitamente dall’eShop di Phoenix Contact nella sezione Download.