Yaskawa, produttore di robotica industriale e meccatronica, ha deciso di utilizzare PLCnext Technology di Phoenix Contact, produttore di soluzioni di automazione.

PLCnext Technology è l’ecosistema aperto per l’automazione industriale di Phoenix Contact. Combinando una tecnologia di controllo aperta, software di engineering modulare e una community online, questa soluzione consente agli utenti di adattarsi facilmente alle mutevoli esigenze e di utilizzare in modo efficiente i servizi software esistenti e futuri. Dotato di uno store digitale di applicazioni software e l’integrazione sistematica nel cloud, PLCnext Technology è in grado di affrontare le sfide del mondo IoT.

Verso un ecosistema di automazione aperto

Non a caso, l’obiettivo condiviso tra le due società, infatti, è quello di portare avanti la transizione dalle soluzioni proprietarie verso un ecosistema aperto e a prova di futuro per l’automazione industriale.

Come parte dell’accordo, Phoenix Contact concederà in licenza il suo ambiente runtime PLCnext a Yaskawa e ha concordato un ulteriore sviluppo congiunto. Yaskawa prevede di utilizzare il sistema runtime PLCnext nei settori del motion control e della robotica, inizialmente in Europa e negli Stati Uniti.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Bruno Schnekenburger, CEO e Presidente di Yaskawa Europe: «Sono davvero lieto di poter approfondire ulteriormente il nostro rapporto commerciale di lunga data e di reciproca fiducia, così come dell’espansione della nostra partnership nel campo della tecnologia di controllo industriale».

Per Ulrich Leidecker, COO e Presidente della Business Area Industrial Management and Automation di Phoenix Contact: «L’apertura dell’ecosistema PLCnext consente a un gran numero di fornitori di offrire una tecnologia di automazione altamente flessibile, sicura e moderna. Questa partnership tecnologica con Yaskawa è una pietra miliare per il settore dell’automazione, perché più partner si impegnano in un ecosistema di automazione aperto, più vantaggioso diventa per ogni singolo partecipante».