Contactron Pro: l’evoluzione dei motor starter ibridi

I nuovi dispositivi sono espandibili in maniera modulare; tutti i moduli sono alimentati tramite connettore bus

Phoenix Contact presenta Contactron Pro, la nuova variante dei motor starter ibridi Contactron. I nuovi dispositivi con integrazione semplificata di funzioni di sicurezza aggiuntive sono espandibili in maniera modulare.

Il relè di sicurezza a monte assicura lo spegnimento in sicurezza dei motori collegati in seguito ad un arresto di emergenza fino al Performance Level “e” (PLe). Tramite i connettori bus per guide di supporto, l’attivazione del gruppo di arresto di emergenza di tutti i motor starter ibridi a valle può essere eseguita senza ulteriori lavori di cablaggio. Inoltre, tutti i moduli possono essere alimentati da un alimentatore tramite un connettore bus. Il modulo di feedback opzionale permette il monitoraggio dello stato del motore dalla stazione di controllo.

La tecnologia ibrida assicura un elevato livello di affidabilità degli impianti grazie alla combinazione di semiconduttori esenti da usura e robusti relè gestiti da microprocessori.

Phoenix Contact è leader mondiale per i componenti elettronici, sistemi e soluzioni di ingegneria elettrica, elettronica e per l’ automazione industriale. L’azienda ha sede a Blomberg, in Germania e impiega 16.500 persone in tutto il mondo, con un fatturato di 2,2 miliardi di euro nel 2017. Il Gruppo Phoenix Contact è presente a livello globale con 14 centri produttivi e più di 55 filiali commerciali. I servizi offerti comprendono prodotti e soluzioni per l’elettronica, l’automazione e per l’ E-mobility, sistemi di gestione per le energie rinnovabili, dispositivi per quadri elettrici e siglatura industriale.

In Italia l’azienda è presente dal 1997 con la sede di Cusano Milanino (MI) e il Centro Logistico di Cesano Maderno. Nella filiale italiana lavorano 110 persone che offrono ai propri clienti un know-how d’eccellenza e un’assistenza capillare e puntuale.