SPS 2017, numeri da record

Lo studio Ucimu racconta una crescita del 22% e SPS è pronta a raccontare le nuove opportunità di settore

Mancano solo due settimane all’apertura dell’edizione numero sette di SPS Italia. La fiera dell’automazione che non sembra soffrire la “crisi del settimo anno”, in quanto i numeri sono ancora da record. Donald Wich, amministratore delegato di Messe Frankfurt Italia, presentando l’appuntamento in calendario dal 23 al 25 maggio a Parma ha infatti illustrato numeri ancora in crescita: “738 espositori, ovvero ben 105 in più rispetto allo scorso anno, che hanno imposto di occupare una superficie di 62mila mq, il 20% in più rispetto al 2016. Anche perché alcune aziende hanno scelto di ampliare ulteriormente i propri stand”.

Un aiuto da… Calenda

Una simile crescita è la testimonianza di quanto il mercato riconosca in SPS l’appuntamento italiano di riferimento per il settore. Ma, come ha ammesso lo stesso Wich, quest’anno sfruttiamo anche una situazione di mercato particolarmente favorevole, in forte crescita anche grazie alla spinta fornita dal Piano Industria 4.0, che sarà uno dei temi portanti della fiera.

Lo stesso amministratore delegato di Messe Frankfurt ha sottolineato come il Piano Calenda stia spingendo il mercato “con un successo addirittura superiore alle aspettative: secondo i dati forniti da Ucimu, infatti, nel primo trimestre del 2017 gli ordinativi del mercato interno sono cresciuti del 22,2%, un segnale decisamente positivo dopo che, per anni, il settore era stato sostenuto soprattuto dall’export. Questo significa che il mercato italiano sta rispondendo agli stimoli”.

Capire Industria 4.0

Proprio per le significative implicazioni del Piano Industria 4.0, SPS presenterà numerose iniziative connesse alle opportunità fiscali previste. É stato infatti allestito lo sportello informativo “pronto 4.0” che, in collaborazione con gli esperti di Anie e Pwc, aiuterà le aziende interessate a cogliere le opportunità fiscali disponibili. Il tutto sia rispondendo a quesiti immediati, sia con appuntamenti One to One.

Lo stesso Wich ha però ricordato che l’Industry 4.0 è già una realtà e, per questa ragione, nell’area Know How 4.0 saranno presenti 30 demo funzionanti, di altrettante aziende, che dimostreranno “dal vivo lo stato dell’arte delle nuove tecnologie”.

Il tutto guidato dal tema generale dell’incontro tra automazione elettrica e il mondo dell’It: “Ci saranno importati aziende del mondo digitale, pronte ad entrare in un settore sinora presidiato quasi esclusivamente dalle aziende di automazione, perché Sps è un punto di incontro per due mondi che hanno molte opportunità da sviluppare insieme”.

Un’ultima novità sottolineata da Wich sarà l’Area dimostrativa per le applicazioni Industry 4.0 legate al mondo dell’agricoltura. Numerosi studi confermano, infatti, che proprio l’agricoltura è uno dei settori industriali più coinvolti dall’automazione.