SPS 2020, ne abbiamo parlato con Daniele Lopizzo

Daniele Lopizzo, Show Director di SPS, ci racconta come sfruttare la tecnologia per mantenere il contatto con espositori e visitatori anche quest’anno

 

Nell’ultimo decennio, l’automazione industriale ha avuto un appuntamento irrinunciabile: la fiera SPS di Parma. Quest’anno, invece, il Covid ha arrestato anche quell’esperienza. Gli organizzatori, come racconta Daniele Lopizzo, Show director di SPS, in questa intervista “a distanza” hanno però sfruttato la tecnologia per mantenere il contatto con espositori e visitatori. Anche se, ammette, che l’esperienza fisica di incontro e di business in fiera non possa essere sostituita né possa esaurirsi.

 

We love talking

E’ nato così il calendario di appuntamenti digitali  We love talking, su alcune tematiche chiave per il manifatturiero. Una serie di incontri per dare continuità agli incontri diffusi sul territorio, che l’emergenza sanitaria ha costretto a interrompere. A partire dall’11 giugno gli appuntamenti via webinar affronteranno tematiche di interesse per i visitatori come robotica, smart factory e controllo da remoto, manutenzione predittiva, efficienza e sostenibilità, sicurezza, artificial intelligence e cloud, additive manufacturing e pharma 4.0. Il tutto con relatori autorevoli, presentazioni di case history e soluzioni per l’industria.

 

Tra tecnologia e innovazione

“Dialoghi digitali tra tecnologia e innovazione”, in calendario giovedì 11 giugno alle 14.30, è il primo di questi appuntamenti che vedrà l’alternarnsi dei punti di vista sullo scenario attuale di Fabrizio Scovenna, Presidente ANIE Automazione; Marco Taisch, Presidente MADE Competence Center I4.0; Marco Bentivogli, Segretario Generale FIM CISL e Giulio Xhaet, Partner Newton. A seguire una tavola rotonda con alcuni rappresentanti delle aree del District 4.0 di SPS Italia: automazione avanzata, robotica e meccatronica, digital&software, additive manufacturing.

Con We love talking, nell’ambito di un progetto virtuale più ampio di accompagnamento e sostegno alla fiera, l’identità digitale di SPS Italia si arricchisce mantenendo intatto lo spirito che contraddistingue la manifestazione, quello di una stretta collaborazione e condivisione con espositori e partner.

 

L’incontro continua

L’impegno di SPS Italia si è concentrato in questi mesi anche su un altro fronte, quello della realizzazione di una piattaforma di matchmaking per supportare l’intera filiera fino alla riapertura. “SPS Italia Contact Place” sarà un luogo virtuale per lo scambio di contenuti e di contatti per tutta la community di SPS Italia, ma anche per gli altri eventi rivolti all’industria organizzati da Messe Frankfurt Italia. Un ambiente digitale che funzionerà come amplificatore delle opportunità che si possono creare in fiera, per consolidare le relazioni in una dimensione digitale che non esclude, ma anzi integra la visita agli stand. Questo contenitore, pensato e concretamente intrapreso per sostenere espositori e visitatori in un momento in cui è necessario accorciare le distanze ma rimanere in contatto, sarà disponibile da settembre 2020. Un progetto continuativo e permanente, che vivrà di particolari momenti di ascolto – i Digital Days – in concomitanza degli eventi Messe Frankfurt Italia.