In Italia 41 discariche bonificate in 36 mesi

Venerdì 8 maggio, alle ore 12, una conferenza via web per presentare la 5^ relazione semestrale

C’è tempo fino a mercoledì 6 maggio per inviare la propria partecipazione al meeting online che si terrà venerdì 8 maggio, alle ore 12, e il cui programma è dettagliato QUI.

In quella data, a quell’ora, il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roberto Morassut e il Commissario straordinario di Governo Giuseppe Vadalà con la task-force messa a disposizione dall’Arma dei Carabinieri per fare fuoriuscire l’Italia dalla procedura d’infrazione europea, presenteranno la quinta relazione semestrale riferita al periodo giugno-dicembre 2019.

L’iniziativa verrà promossa con la partecipazione del Comandante Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari Carabinieri, Ciro D’Angelo e di Mariano Grillo, Capo Dipartimento per la transizione ecologica e gli investimenti verdi del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con la moderazione del CEO di RemTech, Silvia Paparella e con il Direttore dell’Istituto di Ricerca sulle acque e territori del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bari, Vito Felice Uricchio, nonché Ilde Gaudiello, Dirigente coordinatrice delle procedure di infrazione in materia di rifiuti del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.

Sei semestri dalla nomina, quasi 3 anni di lavoro ininterrotto, da Nord a Sud, per sanificare i territori, risolvere un problema ambientale e al fine di ottenere un onsiderevole risparmio economico per il Paese.

Ad oggi, su 81 discariche consegnate nelle mani del Commissario di Governo per la bonifica dei siti inquinati nel 24 marzo 2017, più della metà sono stati portati fuori dalla procedura di infrazione permettendo all’Italia di risparmiare 16 milioni e 400mila euro ogni anno.

La sanzione europea iniziata, nel 2014, con 42.000.000 euro per ogni sei mesi, oggi si è ridotta a 8.600.000 euro (compresi i dossier proposti a dicembre 2019 al vaglio ancora della Commissione UE) con un risparmio economico per l’Erario e soprattutto restituendo zone più salubri alle collettività.

È questo il primo risultato del lavoro della Struttura di missione, voluta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2017 e che oggi lavora in completa sinergia con il Ministero dell’Ambiente per azzerare il debito contratto con l’Europa.

Per la visione del meeting è necessario collegarsi alla piattaforma attraverso computer, tablet o smartphone: https://global.gotomeeting.com/join/261905493o, in alternativa, telefonando al numero: +39 02 30578180 e digitando il seguente codice di accesso:261-905-493

Pregasi di inviare mail di adesioneentro il 6 maggio a: segreteria.bonifiche@governo.it specificando nome-cognome mail ed ente/testata di appartenenza.