Mitsubishi Electric sostiene la lotta al virus COVID-19

La società che, in Italia, ha sede principale ad Agrate Brianza, ha donato 100.000 euro agli ospedali Papa Giovanni XXIII di Bergamo e San Gerardo di Monza

Mitsubishi Electric ha messo a disposizione della lotta al virus COVID-19 la cifra di 100.000 euro suddivisi in egual misura tra l’ospedale San Gerardo di Monza e l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

La donazione, avvenuta tramite CESVI, organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, fondata a Bergamo nel 1985, ha l’obiettivo di contribuire a rafforzare le strutture di terapia intensiva e di supportare il personale sanitario impegnato da settimane a garantire la sicurezza e la salute dei cittadini italiani.

Un gesto di grande responsabilità che la multinazionale giapponese ritiene doveroso mettere in atto nei confronti delle comunità in cui opera e, in particolare, a supporto di quella parte di popolazione italiana che oggi si trova a essere maggiormente colpita.

La sede principale di Mitsubishi Electric in Italia, infatti, si trova ad Agrate Brianza.

Sempre la società ricorda che, chi desidera sostenere le due strutture ospedaliere, può visitare le rispettive pagine del San Gerardo di Monza e dell’Ospedale di Bergamo Papa Giovanni XXIII, dove è possibile trovare le indicazioni per effettuare le donazioni.