Stratasys rende la stampa 3D democratica

Presentata la nuova J826, che apre le porte della stampa 3D PolyJet in sette materiali a colori a circa la metà del prezzo

Stratasys ha presentato in occasione del 3DEXPERIENCE World di scena fino a domani Oltreoceano la nuova stampante 3D J826, disponibile per essere ordinata a partire da maggio 2020.

Svelando le potenzialità del realismo della stampa 3D a un più ampio pubblico di designer di prodotti e aziende di medie dimensioni, l’ultima nata coniuga realismo e produttività a circa la metà del prezzo delle altre stampanti PolyJet della serie J8.

Appositamente sviluppata per il design, la J826 integra la stampa 3D a colori multi-materiale PANTONE Validated e consente alle aziende di ridurre di settimane i cicli di progettazione con una qualità di stampa eccezionale, per la creazione di prototipi altamente realistici che aiutano il progettista a rappresentare in modo esatto la propria idea, dandole vita molto più velocemente e aumentandone la qualità con più iterazioni di progetto.

La J826 è particolarmente adatta a imprese con esigenze di modellazione su media scala in settori quali i beni di consumo e l’elettronica, l’automobile e i centri di formazione.

La parola direttamente ai clienti

Ad esempio, la BiologIC Technologies, con sede a Cambridge, nel Regno Unito, sta utilizzando la stampante 3D J826 per sviluppare strumenti medici avanzati, descritti come un “PC desktop delle scienze biologiche”.

Come riferito in una nota ufficiale da Nick Rollings, co-fondatore: «La struttura del nostro prodotto di punta sarà stampata al 100% in 3D con la J826, quindi non è esagerato dire che il nostro progetto, e di fatto la nostra stessa impresa, sono resi possibili solo da questa stampante 3D. La libertà di progettazione offerta dalla stampa 3D a colori e multi-materiale ci permette di accelerare il processo di progettazione senza restrizioni. In questo modo possiamo creare parti estremamente realistiche per il nostro prototipo utilizzando materiali che, grazie alle loro proprietà avanzate, ci consentiranno di stampare in 3D tutta la nostra strumentazione medica e di personalizzare efficacemente il trattamento una volta completato il nostro prodotto».

«Oltre a ciò, l’importante risparmio in termini di costi e di tempo offerto dalla J826 permette di far decollare le nostre idee e di progredire rapidamente: non c’è un’altra tecnologia disponibile oggi che possa offrire tutti questi vantaggi» ha aggiunto Rollings.

Ideale per imprese di medie dimensioni e centri di formazione

Concepita come stampante 3D a colori di fascia media per print shop aziendali, la J826 supporta l’intero processo di progettazione con invio alla stampa in giornata e una facile post-lavorazione. Assicura la stessa eccezionale risoluzione e lo stesso livello di dettaglio delle altre stampanti 3D Stratasys della serie J8, con modelli capaci di adattarsi alla forma, al materiale, al colore e alla finitura dei prodotti finali.

La stampante 3D J826 sfrutta gli stessi materiali PolyJet ad alte prestazioni della J850, soddisfacendo le esigenze sia dei progettisti che degli ingegneri. Comprende l’intera gamma di texture, la trasparenza del VeroUltraClear e il PANTONE Validated color, offrendo un linguaggio universale del colore che assicura un processo decisionale affidabile e realistico in ogni fase della progettazione. Integralmente supportata dal software GrabCAD Print, permette di importare in modo agevole i formati CAD più comuni (ad esempio Solidworks).

La stampante 3D J826 è caratterizzata da un volume massimo di costruzione di 255 mm x 252 mm x 200 mm (10″ x 9,9″ x 7,9″). Come le altre stampanti della serie J8, la capacità di gestire ben sette materiali consente agli operatori di caricare le resine più frequentemente utilizzate ed evitare i tempi di fermo macchina derivanti dal cambio di materiale. Le molteplici modalità di stampa permettono di regolare la velocità e la qualità della stampa per soddisfare esigenze specifiche, dalla modalità Alta Qualità alla modalità Alta Velocità.

Secondo quanto riportato da Shamir Shoham, vicepresidente della PolyJet Business Unit di Stratasys: «Crediamo che la risoluzione eccezionale, il colore pieno, i diversi materiali e l’elevata produttività non debbano essere prerogativa di pochi. Ecco perché abbiamo esteso le potenzialità delle nostre stampanti 3D della serie J8 alla nuova J826, andando incontro alle necessità di stampa 3D di imprese di medie dimensioni e dei centri di formazione con un prezzo più basso».