Omologazione ATEX per gli iniettori PoE Phoenix Contact

Possono ora essere installati senza restrizioni nelle zone EX 2, aree a pericolo di esplosione

Da oggi, gli iniettori PoE (Power over Ethernet) di Phoenix Contact sono dotati di omologazione ATEX.

Gli iniettori PoE alimentano con dati e tensione dispositivi remoti abilitati PoE, come telecamere, tramite un unico cavo comune. Grazie all’omologazione ATEX, i dispositivi possono ora essere installati senza restrizioni in zone EX 2. Le telecamere per il monitoraggio dei processi critici e per il condition monitoring sono sempre più utilizzate negli ambienti di processo. Gli iniettori alimentano i sistemi di telecamere per il monitoraggio dell’impianto, dei dispositivi, risorse e percorsi.

Gli iniettori PoE sono dimensionati per gli standard IEEE 802.3 af (15.4 W) ed at (30 W), ed opzionalmente anche per PoE++ con un’alimentazione fino a 60 watt. L’alimentatore galvanicamente isolato dispone di un campo di tensione d’ingresso esteso di 18 – 57 V DC. Oltre alla presa RJ45, i dispositivi della serie INJ 2000 sono dotati di diverse tecniche di connessione per il cavo di alimentazione PoE, ad esempio push-in, consentendo una facile connessione del cavo senza la necessità di assemblaggi del connettore o utilizzo di attrezzi speciali. Sono inoltre dotati di protezione integrata contro le sovratensioni.

Phoenix Contact è leader mondiale per i componenti elettronici, sistemi e soluzioni di ingegneria elettrica, elettronica e per l’automazione industriale. L’azienda ha sede a Blomberg, in Germania e impiega 16.500 persone in tutto il mondo, con un fatturato di 2,2 miliardi di euro nel 2017. Il Gruppo Phoenix Contact è presente a livello globale con 14 centri produttivi e più di 55 filiali commerciali. I servizi offerti comprendono prodotti e soluzioni per l’elettronica, l’automazione e per l’ E-mobility, sistemi di gestione per le energie rinnovabili, dispositivi per quadri elettrici e siglatura industriale.

In Italia l’azienda è presente dal 1997 con la sede di Cusano Milanino (MI) e il Centro Logistico di Cesano Maderno. Nella filiale italiana lavorano 110 persone che offrono ai propri clienti un know-how d’eccellenza e un’assistenza capillare e puntuale.