DataHub porta i dati di produzione nel mondo IT

La soluzione sviluppata da Skkynet crea un unico set di dati unificato a disposizione di qualsiasi piattaforma di analisi o visualizzazione

L’azienda canadese Skkynet, distribuita e supportata in Italia da ServiTecno, ha sviluppato DataHub, una soluzione middleware versatile, potente e veloce che integra i dati provenienti da una serie di sorgenti, offrendo la possibilità di utilizzarli in maniera semplice e sicura.

Integrare i dati generati dai sensori installati su macchine e sistemi di produzione nei sistemi gestionali e nelle soluzioni di analytics su cloud sta, infatti, diventando sempre più indispensabile, ma resta una sfida complessa e rischiosa: da un lato tradurre il dato di produzione in un input adatto ai sistemi gestionali non è banale. Dall’altra parte per portare un dato fuori dal regno delle operations occorre aprirne le porte, con tutti i rischi che ne conseguono in termini di esposizione a possibili intrusioni non desiderate.

Da qui la scelta di mettere a punto DataHub, che consente di effettuare connessioni bidirezionali in tempo reale tra il mondo della produzione, cioè client e server OPC UA e Classic (OPC DA), e qualsiasi database SQL, qualsiasi client o broker MQTT, ma anche a fogli di calcolo Excel e piattaforme cloud come Azure IoT Hub, Google IoT, Amazon IoT Core.

DataHub è infatti in grado di comprendere le diverse lingue parlate nel mondo OT e in quello IT, di effettuarne una traduzione veloce e di creare un unico set di dati unificato a disposizione di qualsiasi piattaforma di analisi o visualizzazione.

Oltre 50.000 variazioni di valore al secondo gestite

DataHub è estremamente veloce, potendo gestire oltre 50.000 variazioni di valore al secondo dei punti che generano i dati, e consente di utilizzare i dati industriali per fare monitoraggio e controllo degli impianti, grazie all’interfaccia web HMI integrata (WebView) che permette di creare e visualizzare le pagine in un browser web. Inoltre consente di registrare i dati in qualsiasi database SQL, di creare una connessione sicura a qualsiasi piattaforma Industrial IoT, di attivare azioni basate sulle variazioni dei dati e infine, grazie a un add-in, di eseguire analisi in tempo reale con Microsoft Excel, che ancora oggi resta uno degli strumenti preferiti dalle aziende per la raccolta e l’analisi dei dati.

Da ultimo, la funzione di tunneling assicura una connettività di rete semplice da configurare, sicura e robusta anche per protocolli difficili da collegare o che si basano su architetture non sicure. Il tunnelling consente infatti di integrare i dati senza esporre le reti grazie all’utilizzo di DHTP per ottimizzare la sicurezza, la resilienza e il throughput dei dati.