25 anni di Consorzio Profibus e Profinet Italia

Per festeggiare la ricorrenza alcune aziende consorziate hanno realizzato una demo per mostrare come gestire una cella robotizzata per la marcatura laser unicamente con lo standard Profinet

Sono passati 25 anni da quando, nel 1994, Endress+Hauser Italia, SAIA Burgess Italia e Siemens Italia fondarono quello che oggi è noto come Consorzio Profibus e Profinet Italia.

“Questi 25 anni rappresentano a tutti gli effetti un traguardo importante per l’associazione che continua ad impegnarsi nella promozione e diffusione delle tecnologie Profibus, Profinet ed IO-Link”, ha affermato Giorgio Santandrea – terzo Presidente dopo Maurizio Ghizzoni e Antonio Augelli.

Durante l’ultima edizione di SPS IPC Drives Italia, in rappresentanza degli oltre 60 soci, alcune aziende consorziate – Balluff, CSMT Gestione, Elap, Eltra, Genoa Fieldbus Competence Centre, Lapp Italia, Murrelektronik, Phoenix Contact, Siemens, Turck Banner, e Wago Elettronica – hanno presentato la loro offerta. La demo di quest’anno, una macchina articolata e intelligente, realizzata impiegando le più recenti soluzioni di robotica, visione, marcatura laser, Cyber Security, Safety, Motion control e Realtà Aumentata, ha mostrato come sia possibile gestire una cella completamente robotizzata per la marcatura laser utilizzando unicamente lo standard Profinet.

Un’ottima occasione, quindi, per i visitatori della fiera che hanno così potuto approfondire i temi legati alle tecnologie, conoscere le proposte delle aziende e partecipare al Concorso a Premi Vinci il tuo Futuro, che si è concluso il 27 giugno.

Senza però dimenticare che in un anno così speciale anche la partecipazione del Consorzio a SPS IPC Drives non poteva non riservare delle sorprese. Come ogni compleanno che si rispetti, infatti, ci sono stati festeggiamenti in grande stile: tutti i visitatori della fiera sono stati invitati da simpatici personaggi dei cartoni animati mercoledì 29 maggio presso lo stand di Consorzio Profibus e Profinet per celebrare in grande stile la speciale ricorrenza e brindare insieme ai membri attuali e alle “vecchie glorie” dell’associazione.