Digital Manufacturing: tutte le novità in casa HP

HP presenta la nuova soluzione di stampa 3D HP Jet Fusion 5200 Series, una serie di alleanze con i leader industriali BASF, Materialise e Siemens, e il nuovo HP Digital Manufacturing Network

HP ha presentato ieri una serie di innovazioni e partnership volte ad aiutare i propri clienti ad accelerare il loro percorso di digital manufacturing. HP sta espandendo la sua gamma di soluzioni di stampa 3D con la nuova HP Jet Fusion 5200, un sistema di stampa 3D industriale che porta nuovi livelli di prevedibilità, efficienza, ripetibilità e qualità di produzione a pieno regime. Per abilitare ulteriormente i clienti che stanno trasformando digitalmente la loro produzione, HP sta espandendo le alleanze strategiche con i leader industriali BASF, Materialise e Siemens, e sta lanciando il nuovo HP Digital Manufacturing Network, una community globale di produttori di componenti 3D.

“La quarta rivoluzione industriale è una delle forze più trasformative della nostra epoca. Saranno necessarie nuove innovazioni tecnologiche, emergeranno nuovi modelli di partnership e nuove modalità di fare business”, ha dichiarato Christoph Schell, Presidente della stampa 3D e della produzione digitale di HP. “HP si impegna ad aiutare i clienti con esigenze produttive diverse a trasformare il cambiamento in opportunità, offrendo il portafoglio di soluzioni più innovative e un ecosistema completo di partner leader del settore. L’ampliamento del nostro portafoglio con il nuovo sistema di stampa 3D Jet Fusion 5200 Series, insieme all’espansione delle alleanze industriali e alla nostra nuova rete di produzione digitale, sono importanti acceleratori del nostro percorso di produzione digitale.”

3D HP Jet Fusion 5200: Economia, produttività e applicazioni rivoluzionarie

La nuova soluzione di stampa 3D HP Jet Fusion 5200 riunisce nuovi sistemi, data intelligence, software, servizi e innovazioni di materiali che consentono ai clienti di scalare la loro produzione 3D e di puntare alla crescita del business. Sfruttando queste innovazioni, la nuova soluzione espande la prevedibilità della produzione con un rendimento ottimale e di alta qualità dei pezzi a livelli industriali di efficienza, precisione e ripetibilità; offre i migliori risultati economici e di produttività per gli ambienti di produzione e fornisce una maggiore flessibilità, tempi di attività migliori, flussi di lavoro semplificati e una gestione semplificata del parco macchine per le impostazioni di produzione in fabbrica. Le nuove funzionalità di data intelligence, software e servizi, incluse le offerte di software HP 3D Process Control e HP 3D Center e il servizio di valutazione delle parti di ricambio HP 3D, consentono ai clienti di raggiungere nuovi livelli di efficienza operativa e ripetibilità e di identificare e ottimizzare la produzione di nuove applicazioni 3D.

HP ha inoltre introdotto un nuovo poliuretano termoplastico certificato (TPU): ULTRASINT, sviluppato da BASF, per ampliare la gamma di applicazioni finali per i clienti dei nuovi sistemi Jet Fusion 5200 Series. Il nuovo TPU è ideale per parti flessibili ed elastiche e completa i materiali HP High Reusabilityi PA-12, PA-12 Glass Beads, e PA-11, con altri in arrivo in futuro.

Numerose aziende dei settori automobilistico, industriale, dei beni di consumo e manifatturiero stanno esplorando nuove applicazioni per la soluzione di stampa 3D Jet Fusion 5200 Series, tra cui Avid Product Development, BASF, Jaguar Land Rover, Kupol, Materialise, Sculpteo, Prodartis e Vestas.

“Innovazione e tecnologia avanzata sono al centro dell’impegno di Jaguar Land Rover per offrire ai clienti esperienze eccezionali. La transizione verso un futuro autonomo, elettrico, connesso e condiviso e il viaggio verso l’Industria 4.0 sono al centro della nostra strategia futura”, ha dichiarato Ben Wilson, Additive Manufacturing Manager, Jaguar Land Rover. “Il nostro lavoro con HP per migliorare le nostre conoscenze e le nostre capacità interne nella stampa 3D è stato un passo importante verso la produzione di parti di qualità a supporto dei clienti attuali e dell’aftermarket. La continuazione di questa collaborazione attraverso l’early adoption della nuova piattaforma di stampa 3D HP Jet Fusion 5200 ci aiuterà a comprendere meglio le opportunità di sbloccare nuove aree di applicazione, supportando al contempo le ricerche per migliorare la produttività, l’efficienza e l’affidabilità della tecnologia.”

“In qualità di maggiore fornitore di turbine eoliche al mondo, Vestas sta cercando innovatori come HP per aiutare ad accelerare lo sviluppo di nuovi prodotti per un futuro più sostenibile”, ha dichiarato Jeremy Haight, Senior Principal Engineer of Emerging Technologies, Vestas VBIC. “La combinazione di nuovi materiali di stampa 3D e innovazioni tecnologiche è un passo significativo verso lo sblocco di nuove possibilità di progettazione, l’ottimizzazione della nostra produzione e il miglioramento della sostenibilità ambientale.”

HP amplia le alleanze industriali per guidare il futuro della produzione digitale

HP ha anche svelato l’ampliamento delle proprie alleanze con una serie di leader industriali, per aiutare i clienti nel loro viaggio verso la produzione digitale.

Siemens, leader nel campo dell’automazione e digitalizzazione, e HP stanno ampliando la loro alleanza, per offrire una soluzione di produzione additiva end-to-end che integra la piattaforma HP di stampa 3D e di data intelligence, compresa la nuova soluzione HP Jet Fusion 5200 Series 3D, con il portafoglio software Digital Enterprise di Siemens. HP e Siemens stanno unendo la loro potenza per espandere il mercato e aiutare i clienti a creare progetti di prodotti unici, a portare più velocemente sul mercato parti 3D di alta qualità, e a configurare ambienti di fabbrica digitali che liberano tutto il potenziale della produzione additiva.

“Siamo entusiasti di espandere la nostra collaborazione con HP. Partnership innovative e tecnologie all’avanguardia come la produzione additiva sono essenziali per la trasformazione digitale delle aziende in tutti i settori industriali. Siemens e HP stanno pensando al futuro e stanno riunendo il meglio di entrambe le aziende in una soluzione completa e specifica per il settore, che accelererà l’adozione della produzione industriale additiva e aiuterà i nostri clienti ad aumentare la flessibilità, l’efficienza e la velocità della produzione digitale”, ha dichiarato Klaus Helmrich, CEO di Siemens Digital Industries e membro del consiglio direttivo di Siemens AG.

Inoltre BASF, azienda chimica leader mondiale, e HP stanno espandendo la loro partnership per fornire materiali innovativi certificati BASF per le nuove soluzioni di stampa 3D HP. Le due aziende saranno anche partner per far crescere il mercato e aiutare i clienti a progettare e sviluppare nuove applicazioni con questa combinazione unica di scienza dei materiali e capacità di stampa 3D. BASF e HP stanno già lavorando con Vestas, il più grande fornitore mondiale di turbine eoliche, e Sculpteo, fornitore di servizi di progettazione e produzione 3D, su nuove applicazioni prodotte con ULTRASINT TPU di BASF su sistemi di stampa 3D HP Jet Fusion.

“L’innovazione collaborativa tra gli attori chiave del settore aiuterà i clienti a liberare tutto il potenziale della stampa 3D”, ha dichiarato Markus Kamieth, membro del CdA Esecutivo di BASF. “L’introduzione della nuova TPU è una pietra miliare significativa nella cooperazione tra BASF e HP, in linea con il nostro obiettivo comune di accelerare l’industrializzazione della produzione additiva.”

Materialise, azienda leader nei servizi di stampa 3D e software, e HP stanno estendendo la loro partnership per integrare le nuove soluzioni di stampa 3D HP Jet Fusion 5200 e HP Jet Fusion 500/300 con Materialise Build Processor e Materialise Magics 3D Print Suite. Come primo cliente della nuova soluzione di stampa 3D Jet Fusion 5200, Materialise sta anche identificando e sviluppando nuove applicazioni innovative per i clienti che utilizzano la nuova TPU BASF e altri materiali di stampa 3D HP disponibili. Materialise è anche un partner iniziale della nuova HP Digital Manufacturing Network, sfruttando le tecnologie di stampa HP 3D per fornire parti in scala per il mercato europeo.

“Il mercato sta chiaramente abbracciando la stampa 3D per la produzione e, come partner HP di lunga data, siamo orgogliosi di estendere la nostra collaborazione a nuove aree”, ha dichiarato Fried Vancraen, fondatore e CEO di Materialise. “I nostri clienti sono entusiasti della più stretta integrazione con HP, del nostro lavoro congiunto su nuove applicazioni e materiali e del nostro impegno a scalare la produzione di pezzi di alta qualità. Insieme stiamo aiutando i nostri clienti a vincere in un mercato sempre più competitivo.”

HP lancia il Digital Manufacturing Network

Molte aziende si rivolgono ai fornitori di servizi di produzione digitale per accelerare lo sviluppo di nuovi prodotti, ridurre i tempi di commercializzazione, creare catene di fornitura più snelle e ridurre le emissioni di anidride carbonica. Per soddisfare tali esigenze, HP ha introdotto il nuovo HP Digital Manufacturing Network, una comunità globale di partner di produzione HP per aiutare a progettare, produrre e consegnare parti in plastica e metallo su scala, sfruttando le soluzioni di stampa 3D HP. I membri della HP Digital Manufacturing Network possiedono alti livelli di competenza avanzata nella produzione additiva, una solida gestione della qualità e processi di produzione end-to-end, e una comprovata capacità di produzione in serie.

Il Digital Manufacturing Network include inizialmente partner negli Stati Uniti, in Asia e in Europa. I partner di produzione di Digital Manufacturing Network che hanno soddisfatto i severi requisiti del programma HP includono Forecast 3D, GKN Powder Metallurgy, GoProto, Jabil, Materialise, Parmatech e ZiggZagg NV. HP espanderà ulteriormente la rete in altri mercati target con ulteriori partner qualificati nei prossimi mesi.