Da Pepperl+Fuchs nuovi sensori di sicurezza induttivi

La nuova famiglia di sensori comprende quattro serie cilindriche e rettangolari con collegamento tramite cavo e spina

Quattro serie cilindriche e rettangolari con collegamento tramite cavo e spina costituiscono la nuova famiglia di sensori di sicurezza induttivi di Pepperl+Fuchs.

Con l’ultima nata, l’inventore del sensore di prossimità induttivo ha mostrato una serie i cui sensori sono certificati TÜV vengono utilizzati per proteggere macchine e componenti di impianto, nonché per rilevare in modo affidabile la posizione all’interno di tali ambienti.

Realizzati in conformità alla Direttiva Macchine (EN 13849), Performance Level PLd, Categoria 2, SIL 2, i nuovi sensori induttivi offrono un più ampio intervallo di temperatura, una maggiore compatibilità elettromagnetica e l’approvazione E1 per l’uso di macchine mobili e veicoli in aree critiche per la sicurezza.

Tutti i plus della nuova offerta
Proprio il sensore di sicurezza induttivo con design Varikont L2 e performance level PLd non richiedono target codificati in modo speciale e possono quindi essere utilizzati con dei normali attuatori metallici. I sensori Pepperl+Fuchs non hanno zone cieche e possono quindi essere montati facilmente, senza alcuna regolazione aggiuntiva.

I sensori sono dotati di uscite OSSD (Output Signal Switching Device) standardizzate, per segnalazione e diagnostica, che possono essere collegate a un modulo di sicurezza o a un opportuno pannello di controllo.

I sensori di sicurezza induttivi Pepperl+Fuchs hanno valori di sicurezza caratteristici molto elevati, grazie all’elettronica utilizzata. Di conseguenza le verifiche funzionali periodiche hanno una cadenza significativamente meno frequente, e l’integrazione nel circuito di sicurezza è notevolmente più semplice.