Airbus Connected Experience diventa realtà

Lo studio preliminare potrà prendere vita grazie agli accordi siglati con i tre principali partner industriali: gategroup, Stelia Aerospace, e Recaro Aircraft Seating

Airbus Connected Experience, la Piattaforma IoT di Airbus per la cabina, diventerà realtà grazie all’ampio feedback del mercato e al sostegno dei partner industriali. Lo studio preliminare da oggi prende vita in seguito agli accordi di cooperazione siglati con i tre principali partner della categoria: gategroup, Stelia Aerospace e Recaro Aircraft Seating, oltre ad altri in fase di adesione.

La piattaforma collegherà in tempo reale i principali componenti interconnessi della cabina centrale, incluse le cucine di bordo, i carrelli per i pasti, le poltrone, le cappelliere e altri elementi di cabina. Oltre a consentire lo scambio dei dati in tutta la cabina a supporto dell’equipaggio, è anche previsto il caricamento delle informazioni sul cloud Skywise per le successive analisi dei dati.

La cabina così connessa offrirà a vettori, personale di bordo e passeggeri una serie di vantaggi significativi. Il personale di bordo potrà accedere a una piattaforma integrata capace di raccogliere in un unico ambiente dati pre-volo e dati in tempo reale, mentre i passeggeri beneficeranno di un’esperienza di viaggio maggiormente personalizzata. Questa piattaforma consentirà inoltre ai vettori di avvalersi di tendenze aggregate relative all’utilizzo delle dotazioni di cabina (relativamente agli elementi interconnessi), al fine di eseguire analisi predittive di manutenzione sull’intera flotta, migliorando così l’affidabilità generale del servizio in cabina, la qualità e le prestazioni a bordo di tutti gli aeromobili. La piattaforma consentirà inoltre ai passeggeri di usufruire di un servizio di streaming wireless e permetterà ai vettori di ospitare applicazioni di terzi per i film.

Alcuni esempi di componenti Connected Experience:

    • La cucina di bordo connessa consentirà ai passeggeri di pre-ordinare il proprio pasto sulla base di una previsione dedicata di cibi e bevande preferiti, riducendo gli sprechi e aumentando la soddisfazione dei passeggeri. Consentirà inoltre al personale di bordo di beneficiare della massima trasparenza ed efficienza nella gestione dell’inventario, e faciliterà la comunicazione a distanza con i passeggeri, consentendo un servizio rapido e personalizzato in base alle singole preferenze.

Le poltrone connesse forniranno ai passeggeri, tramite dispositivi personali, impostazioni personalizzate relative alla posizione della seduta e all’ordinazione a distanza di pasti e bevande. I passeggeri potranno ricevere contenuti personalizzati sui propri schermi IFE, tra cui film di possibile interesse o pubblicità pertinenti, quali suggerimenti relativi a concerti a cui assistere una volta giunti a destinazione.

  • La cappelliera connessa non sarà soltanto un contenitore “intelligente” in grado di indicare lo spazio disponibile, così da per caricare più velocemente i bagagli dei passeggeri, ma potrebbe anche consentire una vera e propria gestione dello spazio, in modo che i passeggeri possano prenotare in anticipo la sezione per i propri bagagli.

Il mercato ha chiaramente espresso il proprio interesse affinché Airbus, in qualità di produttore di aeromobili, si assuma il ruolo di guida nello sviluppo di una piattaforma IoT che integri i dati riguardanti l’interno della cabina. Questa piattaforma è progettata per essere linefit e retrofit e sarà inizialmente disponibile sulla Famiglia A320, prima di estendersi ad altri programmi Airbus. Questa piattaforma non soltanto è pienamente compatibile con l’Open Software Platform (OSP) di Airbus, attualmente offerta come servizio, ma la sua connessione sarà garantita anche con il sistema Skywise per l’analisi dei dati, consentendo la manutenzione predittiva.