Cresce la famiglia di sensori intelligenti 3D di LMI Technologies

Image S ha presentato Gocator 2500, Gocator 3504 e GoMax, tre nuove soluzioni per attività di fabbrica evolute

Il fornitore di componenti per Image Processing destinati ai settori industriale, medicale e scientifico Image S ha presentato i nuovi Gocator 2500, Gocator 3504 e GoMax di LMI Technologies.

Ufficializzati in occasione del salone Vision 2018 di Stoccarda, gli ultimi nati si propongono come la risposta più opportuna alle attività di fabbrica evolute.

Nello specifico, con elaborazione FPGA dedicata, ottica avanzata e una telecamera da 2,4 MP ad alta velocità, i sensori Gocator 2500 offrono una soluzione eccellente per la scansione e l’ispezione di parti in movimento rapido, con un dispositivo industriale compatto all-in-one che raggiunge velocità fino a 10 kHz. Gli utenti possono sfruttare l’elaborazione a bordo per generazione di superfici 3D, allineamento con sei gradi di libertà, segmentazione di parti e strumenti di misura 3D integrati per l’estrazione di feature e per le relative scelte, creando una soluzione di ispezione completa per un controllo di qualità al 100%. I sensori “non intelligenti” devono inviare i dati del profilo a PC o controllori esterni a valle per eseguire la generazione della superficie 3D e applicare gli strumenti di misura, aumentando la latenza dei dati e aggiungendo costi e complessità non necessari.

A sua volta, il sensore stereo Gocator 3504, progettato per acquisire immagini statiche 3D, ha un fattore di forma industriale compatto che offre una risoluzione eccezionale. Gocator 3504 sfrutta svariate evoluzioni tecnologiche per raggiungere livelli di prestazione elevati, con risoluzione XY da 6,7 micron e ripetibilità Z di 0,2 micron, a una velocità di 6 Hz (con accelerazione): la soluzione rappresenta quindi un’evoluzione rispetto ai tradizionali sistemi di misura interferometrici confocali o a luce bianca.

Infine, GoMax aiuta le fabbriche a raggiungere velocità di produzione elevate grazie a una nuova generazione di sistemi di calcolo basati sul modulo NVIDIA TX2 Jetson. Basta aggiungere GoMax a una rete con uno o più sensori Gocator per ridurre drasticamente i tempi del ciclo di scansione e ispezione.

GoMax ha un sistema operativo Linux precaricato con runtime Gocator Accelerator (GoX) per la generazione di nuvole di punti 3D e strumenti di misura ottimizzati per l’esecuzione su core 256 core CUDA. GoMax offre forma compatta e consumi ridotti di soli 15 watt. La configurazione è semplice e veloce. Basta accendere l’unità, collegarsi tramite il browser e attivare l’accelerazione per ogni smart sensor 3D Gocator per aumentare la velocità del sistema.