BetaCAD converte la geometria IFC in entità DWG native

Lo fa con BIM Manger, il modulo opzionale per tutti i software BetaCAD per l’importazione dei file IFC

BetaCAD ha annunciato il modulo BIM MANAGER che, opzionale in tutti i software BetaCAD e conforme al building SMART, consente di importare file IFC in modo estremamente efficiente, convertendo la geometria IFC in entità DWG native.

Il modulo BIM MANAGER si rivolge a tutti coloro che progettano con un software BetaCAD e desiderano collaborare in un progetto BIM (Building Information Modeling), che è un processo per ottimizzare la programmazione, pianificazione, realizzazione e gestione di costruzioni, mediante software dedicati. Con il modulo BIM Manager tutti i dati di una costruzione possono essere raccolti, combinati e collegati.

Si hanno quindi a disposizione tutti i dati grafici e anagrafici per sviluppare la parte di progetto ed esportarlo o collegarlo al software BIM in formato dwg. Il modello virtuale, dinamico e tridimensionale, contiene tutte le informazioni geometriche, impiantistiche, di manutenzione e sicurezza che riguardano l’intero ciclo di vita della costruzione.

Senza il modulo BIM Manager di BetaCAD non è possibile importare nel software ElettraCAD i dati grafici e anagrafici del progetto, quindi non è possibile collaborare all’interno di un progetto gestito con modalità BIM.

Ideale per una collaborazione multi team, multi aziende

Il modulo viene utilizzato quando il progetto complessivo dell’opera da realizzare è gestito con un processo BIM e standard IFC, in modo tale che tutti i dati di una costruzione possano essere raccolti, combinati e collegati.

Il file IFC può essere esportato con diverse configurazioni. Se si necessita della sola struttura dell’edificio è bene procedere con una semplice importazione selettiva dei soli elementi esterni. A importazione avvenuta è possibile scegliere cosa visualizzare o nascondere tramite il BIM manager o con i layer gestiti dalla struttura IFC e coerenti con il progetto (ad esempio da file con estensione .rvt di Revit).

Se si preferisce importare invece l’intero progetto, con “accessori” come alberi, sarà sufficiente decidere cosa visualizzare operando sui layer o nel BIM manager.
Isolata la parte sulla quale si lavora, si potrà procedere a lavorare con il software BetaCAD, con tutte le funzionalità specifiche per sviluppare il progetto che infine sarà collegato o inserito nel file BIM.