automatica 2020: appuntamento a dicembre

In accordo con l’associazione VDMA Robotica+Automazione, l’evento di Messe München si terrà i prossimi 8-11 dicembre

A seguito alla diffusione del Coronavirus (SARS-CoV-2) in Europa e in conformità alle disposizioni del Ministero della Salute del Governo tedesco e della Baviera, Messe München ha annunciato di aver rinviato automatica 2020.

La decisione è stata presa dopo aver consultato l’associazione di settore VDMA Robotica+Automazione, che patrocina la manifestazione, e a tutela della salute di espositori e visitatori.

automatica 2020 si svolgerà, dunque, dall’8 all’11 dicembre 2020.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Falk Senger, direttore generale di Messe München e direttore del salone automatica: «Date le circostanze, lo svolgimento di automatica a metà giugno sarebbe ingiustificabile nei confronti dei nostri clienti, soprattutto da un punto di vista sanitario ed economico. A questo punto puntiamo a un’edizione di grande successo di automatica 2020 a dicembre insieme a tutto il settore».

Lo stesso dicasi per Patrick Schwarzkopf, direttore generale di VDMA Robotik + Automation, che, nel suo ruolo di sponsor concettuale di automatica 2020, spiega: «Allo stato delle cose, crediamo che espositori e visitatori abbiamo sempre meno possibilità di partecipare alla manifestazione. Attualmente tutti i viaggi sono soggetti a severe restrizioni e gli sviluppi ulteriori sono imprevedibili. Questi fattori mettono seriamente a rischio lo svolgimento della fiera a giugno. Al tempo stesso, l’importanza di automatica come principale salone internazionale di automazione intelligente e robotica è tale che non ci vogliamo assumere un rischio simile».

Per Wilfried Eberhardt, Presidente del Consiglio Direttivo di automatica e Chief Marketing Officer di KUKA AG: «Il rinvio di automatica alla fine dell’anno è la scelta giusta alla luce della situazione attuale. A dicembre il salone diventerà un forte catalizzatore per la ripresa post-crisi e aiuterà il settore a rinascere ancora più forte da questa situazione assolutamente eccezionale».