Dal 20 al 24 aprile, in Germania, la kermesse tecnologica avrà come tema centrale la Trasformazione Industriale

È la Trasformazione Industriale il tema conduttore dell’edizione 2020 di Hannover Messe, manifestazione di punta delle tecnologie per l’Industria, di scena da lunedì 20 a venerdì 24 aprile, in Germania.

Con circa 5.500 espositori provenienti da 70 nazioni e l’Indonesia quale Paese Partner, la kermesse organizzata da Deutsche Messe intende “tracciare la via del futuro in tempi di turbolenza”.

Obiettivo: far luce sulle opportunità offerte dalle nuove tecnologie, sul mutato profilo della domanda e sulla crescente sensibilità alle problematiche ambientali in un’epoca di mutamenti, “per offrire preziosi impulsi alla creazione di un’industria sempre più integrata a livello digitale e globale”.

Industria e Logistica 4.0, Intelligenza Artificiale, 5G e produzione ecologica sono i temi sui quali manager industriali, ingegneri addetti allo sviluppo e alla progettazione, direttori di produzione, della logistica e dell’IT, direttori della supply chain e direttori energetici dovranno porre la propria attenzione ora e in futuro.

Per tutti, Hannover Messe rappresenta un appuntamento imperdibile per mantenere le proprie aziende competitive e porre il proprio modello di business a prova di futuro.

Non a caso, aziende e istituzioni che esporranno ad Hannover concorreranno per aggiudicarsi l’HERMES AWARD, il più importante premio per la tecnologia industriale.

Il nome del vincitore verrà proclamato in occasione della serata inaugurale della manifestazione prevista per il prossimo 19 aprile. Per la prima volta, la Giuria indipendente presieduta da Reimund Neugebauer, Presidente della Fraunhofer Gesellschaft, assegnerà anche un secondo premio: l’HERMES Startup AWARD.

Un layout pensato per essere funzionale

Per gli oltre 200 mila visitatori attesi da 80 Paesi nel mondo, la manifestazione ha scelto di strutturarsi in un layout espositivo “su misura” per le esigenze dei manager e dei dirigenti dei settori produzione, logistica, energia ed R&S.

Coloro interessati a sistemi di azionamento e di fluidodinamica, andranno nei Padiglioni 5 e 6, mentre la sicurezza informatica troverà ampio spazio al Padiglione 15.

Ancora nel Padiglione 5 e nel 13 saranno esposte le tecnologie che rappresentano la colonna portante dell’industria: dalla tecnologia di produzione a tecnologie trasversali del settore energetico e della logistica.

I Padiglioni da 2 a 4 saranno interamente dedicati a logistica e sistemi di movimentazione, mentre nei Padiglioni da 14 a 17 si troveranno le applicazioni dell’IT per l’industria, e nei Padiglioni da 11 a 13 e 27 saranno collocate le soluzioni efficienti di approvvigionamento energetico a impatto ambientale zero per impianti e edifici industriali, oltre che a infrastrutture in rete per la mobilità.

Infine, i Padiglioni da 19 a 23 saranno la piattaforma per temi quali costruzione leggera, manifattura additiva, tecnologia delle superfici, componenti in materiali particolari, sistemi di tenuta, servizi di engineering, lasciando ai Padiglioni 24 e 25 temi quali: ricerca e sviluppo, startup e futuro del lavoro.

Un ricco programma di eventi

Il programma degli eventi collaterali di HANNOVER MESSE prevede oltre 80 tra conferenze, forum e iniziative speciali dedicate ai temi dell’innovazione, del networking e dello scambio di conoscenze.

Un particolare highlight di quest’anno è il Global Manufacturing Industrialisation Summit, in calendario il 20 e 21 aprile, mirato a promuovere lo sviluppo industriale sostenibile.

Un altro evento importante, l’Industrial Pioneers Summit, ospiterà il 22 aprile un keynote di Toby Walsh (nella foto), uno dei massimi esperti mondiali di intelligenza artificiale.