Livelli di riempimento sotto controllo con Pepperl+Fuchs

La società ha presentato un sensore IoT con misurazione a ultrasuoni integrata per determinare i livelli di riempimento

Pepperl+Fuchs ha presentato il sistema di sensori IoT Wilsen.sonic.level, una soluzione per monitorare e gestire da remoto i livelli di riempimento di contenitori, serbatoi e silos.

Vero e proprio sensore con misurazione a ultrasuoni integrata, la soluzione determina i livelli di riempimento. I dati vengono registrati a intervalli regolari e caricati su Internet insieme alla geolocalizzazione attuale. Il sensore wireless autonomo è alimentato a batteria e può quindi essere utilizzato in contenitori mobili.

Con Wilsen.sonic.level, Pepperl+Fuchs ha sviluppato un concetto di sensore adatto all’uso in una varietà di reti wireless diverse. Ad esempio, esiste una versione di prodotto con interfaccia GSM(2G) per reti mobili pubbliche; un’altra versione, invece, ha un’interfaccia LoRaWAN per l’utilizzo di reti wireless private a bassa potenza. Tutte queste interfacce radio sono utilizzate per trasmettere i dati dei sensori a Internet.

A seconda della rete wireless selezionata, in Internet è disponibile una posizione remota per i dati dei sensori in entrata. Ad esempio, i dispositivi LoRaWAN possono inviare i dati di telemetria alla rete e al server applicativo di qualsiasi operatore di rete LoRa. Quando si utilizza lo standard wireless mobile GSM pubblico, il middleware Wilsen.service funge da postazione remota sicura per la ricezione e l’inoltro dei dati di telemetria dal sensore.

Il concetto di sistema del servizio Wilsen.service non solo gestisce la decodifica e l’inoltro mirato dei dati del sensore, ma offre anche una gestione sicura e pratica del dispositivo. Ciò si rivela particolarmente utile quando si ha la necessità di utilizzare un gran numero di sensori IoT o di assegnare i diritti di accesso agli utenti giusti nel modo più automatizzato possibile. Inoltre, la gestione dei dispositivi Wilsen consente la parametrizzazione automatica delle applicazioni dei sensori dell’Internet degli oggetti e un roll-out strutturato per gli aggiornamenti software per garantire che anche un gran numero di sensori IoT sul campo sia sempre aggiornato.

L’architettura WILSEN fornisce un sistema modulare al quale è possibile aggiungere singoli componenti come moduli sensore, nodi di rete, middleware e sistemi di elaborazione dati.