Il portfolio ADI include ora una gamma completa di soluzioni per il condition based monitoring, per l’identificazione preventiva dei guasti alle apparecchiature

Analog Devices acquisisce la spagnola Test Motors

Analog Devices Inc (ADI) ha acquisito la società specializzata nella manutenzione predittiva di motori elettrici e generatori Test Motors, con sede a Barcellona. I prodotti e i servizi di Test Motors rilevano anomalie e problemi su motori elettrici prima che causino danni ai cicli produttivi, fornendo indicazioni su come e quando effettuare le riparazioni. In questo modo, il portfolio ADI si amplia includendo di soluzioni per il condition based monitoring, che permettono di identificare i guasti delle apparecchiature prima che si verifichino ed evitare così costosi fermi macchina e prevenire guasti irreparabili.

Questa acquisizione segue quella avvenuta nel 2018 di OtoSense, una startup che ha sviluppato un software di “interpretazione sensoriale” in grado di rilevare e riconoscere suoni o vibrazioni e identificare potenziali problemi su macchinari industriali o nel motore di un’auto prima che possano causare danni. La piattaforma di intelligenza artificiale (IA) di OtoSense è dedicata all’interpretazione sensoriale e al monitoraggio di qualsiasi asset, ovunque si trovi. Analog Devices prevede di combinare il software di OtoSense con le capacità di monitoraggio di Test Motors per creare soluzioni che offrano un’istantanea avanzata e completa dello stato di salute della macchina, favorendo la prevenzione di una più ampia gamma di potenziali guasti.

“La manutenzione delle macchine dipende in larga misura da tecnici e ingegneri esperti in grado di rilevare e diagnosticare problemi che possono portare a fermi macchina non pianificati, ha dichiarato Kevin Carlin, Vice President Automation and Energy Group, di Analog Devices. Non ci sono abbastanza professionisti preparati per stare al passo con la domanda, poiché il numero di macchine da monitorare sta crescendo rapidamente. Le applicazioni di condition based monitoring di ADI, implementate dalle acquisizioni di Test Motors e OtoSense, affronteranno il problema fornendo ai clienti un sistema in grado di eseguire il rilevamento completo e tempestivo delle anomalie per evitare tempi di fermo macchina inattesi e costosi.”

Test Motors entrerà a far parte dell’Automation and Energy Group di ADI e opererà come gruppo tecnologico strategico. I termini finanziari dell’acquisizione non sono stati resi noti.

“Siamo entusiasti di entrare a far parte di Analog Devices e lavorare a stretto contatto con il team di esperti di tecnologia industriale, ha dichiarato Emili Valero, ex CEO di Test Motors. La combinazione della nostra tecnologia ed esperienza ci permetterà di sviluppare la nuova generazione di soluzioni per il condition based monitoring, progettate per prolungare notevolmente la vita delle apparecchiature di produzione per le macchine rotanti, elettriche e non, oltre a offrire un risparmio significativo sui costi, a vantaggio sia delle aziende che dei consumatori.”

Le soluzioni per il condition based monitoring di ADI

Il condition based monitoring non riguarda una singola tecnologia, ma piuttosto una soluzione a livello di sistema che richiede una combinazione di più tecnologie oltre a considerare più strade percorribili. Il portfolio tecnologico di Analog Devices consente di realizzare queste applicazioni grazie a innovativi sensori MEMS (Micro Electro-mechanical Systems), tecnologie flessibili di condizionamento del segnale e conversione dei dati, soluzioni di elaborazione e comunicazione combinati all’ampia gamma di prodotti power per fornire soluzioni di condition based monitoring ottimizzate, sia wireless che cablate. L’unione di queste tecnologie in una soluzione implementabile richiede competenze a livello di asset, dati applicativi, progettazione meccanica e considerazioni correlate oltre alla capacità di convertire le informazioni in algoritmi diagnostici.