Nuove funzionalità per Autodesk Fusion 360

Autodesk ha annunciato tre nuovi set di funzionalità progettati e implementati in risposta alla richiesta dei clienti

Autodesk Fusion 360 diventa più potente e intelligente grazie a una nuova espansione per l’ambito produttivo e una maggiore visibilità dei costi per la progettazione generativa.

Lo ha annunciato Autodesk insieme a tre nuovi set di funzionalità progettati e implementati in risposta alla richiesta dei clienti.

Nello specifico, la prima innovazione Fusion 360 soddisfa le esigenze più complesse degli specialisti della produzione, con termini di attivazione flessibili che forniscono l’accesso solo quando vi è l’esigenza. La seconda novità è l’integrazione di nuovi insight sui costi per la progettazione generativa basati su aPriori, che permetteranno (per la prima volta in assoluto) di visualizzare le stime dei costi di produzione per ogni risultato di progettazione nel sistema generativo. Infine, sono stati aggiunti due ulteriori vincoli di produzione allo spazio di lavoro della progettazione generativa, ampliando le possibilità di ciò che si può fare con tale tecnologia.

Per la produzione un bundle di tecnologie Autodesk

L’azienda ha, inoltre, recentemente presentato un’estensione per Fusion 360 che permette di attivare gruppi di funzionalità high-end indicate per specifiche aree industriali.

La nuova estensione per l’ambito produttivo sarà la prima innovazione a entrare nella nostra line-up. Si tratta di un bundle di tecnologie di produzione di Autodesk, rielaborate e integrate in Fusion 360 per incrementare l’efficienza della produzione. Una volta attivata, questa estensione fungerà da ambiente di produzione ibrido, consentendo agli utenti di eseguire processi all’avanguardia come la finitura delle superfici complesse, la foratura automatica, la produzione additiva e i flussi di lavoro di verifica automatica.

Utilizzando questi strumenti di automazione e di ottimizzazione durante la programmazione, è possibile generare programmi NC più efficaci in modo più rapido, con un risparmio di tempo sia nella programmazione che nella lavorazione, con conseguente riduzione del time-to-market. E per i più esigenti, le opzioni aggiuntive per il controllo dell’output permetteranno di ottenere una finitura della superficie di qualità superiore.

Tenendo sempre ben in mente le esigenze dei clienti, Autodesk ha studiato a una modalità per attivare l’estensione per un breve periodo. Gli utenti possono attivare l’estensione manufacturing in Fusion 360 per un totale di 125 crediti cloud al mese, per utente, e ottenere accesso illimitato alle sue funzionalità fintanto che è attiva.

Per decisioni più consapevoli nel processo di progettazione

Dopo aver presentato lo scorso anno il generative design per Fusion 360, i clienti si sono immersi a capofitto nella tecnologia, apprezzandone la capacità di elaborare soluzioni sulla base di requisiti di progettazione da loro indicati. La progettazione generativa può dare incredibili risultati ottimizzati per il metodo produttivo scelto, ma risulta spesso difficile trovare validi compromessi tra prestazioni e costi di produzione delle diverse parti. Ed è proprio su questa sfida che Autodesk ha lavorato per supportare al meglio i clienti.

Da qui nasce la collaborazione con aPriori per integrare maggiori insight dei costi di produzione per la progettazione generativa – in modo da poter visualizzare le stime dei costi per ogni opzione.

Autodesk ha scelto di collaborare con aPriori perché le loro soluzioni per la gestione del costo del prodotto sono le migliori del settore in termini di simulazione dei sistemi produttivi e visione dettagliata dei costi. Il loro modello di calcolo dei costi tiene conto delle geometrie, dei materiali e dei metodi di produzione – criteri che gli utenti di Fusion 360 inseriscono durante la creazione di uno studio di progettazione generativa. Supporterà tutte le opzioni di produzione attualmente disponibili per la progettazione generativa, oltre ai vincoli futuri che si presenteranno nello spazio di lavoro. Si tratta della prima applicazione di questa tecnologia per la progettazione generativa, tramite la quale gli utenti potranno prendere decisioni più consapevoli nel processo di progettazione.

Nuovi vincoli da tenere in considerazione

Autodesk ha lavorato intensamente per rendere la progettazione generativa più efficace per gli utenti. Oltre agli insight sui costi, saranno introdotti altri due vincoli di produzione all’area di lavoro. In arrivo come anteprima tecnologica, un nuovo vincolo della pressofusione per la progettazione generativa riunirà la tecnologia di progettazione di prossima generazione con uno dei processi produttivi più consolidati del settore. Coloro che utilizzano il processo di fusione sanno che è un metodo ideale per applicazioni ad alte prestazioni e volumi elevati nell’industria aerospaziale, automobilistica e medicale perché consente di ridimensionare la produzione dei pezzi generati con un grado di precisione superiore rispetto alla lavorazione tradizionale.

Successivamente verrà introdotta la fresatura a 2,5 assi, che entrerà nella linea di vincoli CNC esistenti disponibili all’interno dello studio generativo.