Le Olimpiadi dell’Automazione compiono dieci anni

Alla decima edizione dell’evento organizzato da Siemens hanno partecipato 52 scuole italiane, per un totale di 58 progetti in corso

Giunte quest’anno alla loro decima edizione, le Olimpiadi dell’Automazione organizzate da Siemens SCE (Siemens Automation Cooperates with Education) e parte del Programma annuale di Promozione delle Eccellenze del MIUR, hanno visto la partecipazione di 52 scuole Italiane (tra Istituti Tecnici e Professionali) e con un totale di 58 progetti in concorso.

Nato con l’obiettivo di fornire a studenti e docenti la possibilità di tradurre il proprio patrimonio di nozioni apprese sui banchi di scuola in esperienza professionale, attraverso l’opportunità del lavoro di gruppo, il concorso ha visto salire sul gradino più alto del podio per la Categoria Senior, l’ITTS Carlo Grassi di Torino.

Gli studenti di quest’ultimo si sono contraddisti con il progetto “CGM LTD Industries 4.0”, realizzando una vera impresa 4.0, attiva nel campo della meccatronica, grazie al ricorso a diverse fra le tecnologie abilitanti il 4.0 ma anche alla completa simulazione di processi aziendali dal punto di vista gestionale e manageriale.

Il podio della Categoria Junior, è andato invece a pari merito all’ITI Ercolino Scalfaro di Catanzaro con il progetto “Fred Color System”, la schematizzazione di un sistema di deposito e di prelievo di materiale industriale e all’ITI P. Hensemberger di Monza Brianza, con il progetto “Hensemberger Social 4.0”, un sistema integrato in grado di distribuire medicinali specifici in condizioni di emergenza e in completa tutela della privacy.

Nell’anno in cui ricorre anche un altro importante anniversario, quello dei 120 anni di storia di Siemens Italia, recentemente certificata Top Employer Italia 2019, il concorso, organizzato da Siemens SCE si conferma un valido supporto sia dal punto di vista della formazione del profilo degli studenti sia dal punto di vista dell’ampliamento delle conoscenze e dell’approfondimento di nuove tecnologie allo scopo di realizzare i vari progetti.

Le scuole del territorio Italiano che hanno risposto alla sfida lanciata dalle Olimpiadi, hanno realizzato e presentato progetti di automazione basati sulle ultime novità tecnologiche proposte da Siemens sul mercato, anche con il supporto delle aziende di settore locali. Una giuria costituita da esperti Siemens e dai rappresentanti delle principali Associazioni di Settore ha poi selezionato i vincitori, premiandoli con un riconoscimento tecnologico ed economico.

Carattere di preferenza è stato invece riservato ai progetti che si sono contraddistinti per alcune speciali qualità, a prescindere dalle apparecchiature tecnologiche utilizzate. Il premio Comunicazione, per il progetto meglio presentato è stato attribuito quest’anno a l’ITI L. Da Vinci di Carpi; il premio Diversity, per il lavoro che maggiormente si è ispirato ai principi della Diversity è stato assegnato agli Istituti IIS Galileo Artiglio di Viareggio e IIS Giorgi Fermi di Lucca che hanno collaborato alla realizzazione di un progetto nel settore nautico; il premio Sostenibilità Ambientale ed il premio Randstad “Youth for Innovation” è andato invece all’IIS Cattaneo dall’Aglio e all’IIS Nelson Mandela di Castelnovo ne’ Monti (Reggio Emilia) che hanno presentato un progetto concreto di automazione di un pozzo per l’estrazione dell’acqua, allo scopo di rendere più sostenibile la vita degli abitanti di un villaggio nel Mali.

Ai primi classificati della categoria Senior, anche il premio Industry 4.0, per la capacità di integrazione di tecnologie complesse proprie dell’Industria 4.0, e il premio Olimpiadi in Fiera, ovvero la possibilità di prender parte a SPS Italia (la Fiera dell’Automazione in programma a Parma dal 28 al 30 maggio) nell’area automazione avanzata del Padiglione 4.

È stato infine assegnato un Premio Speciale “Solidarietà Innovativa” fuori concorso all’ITIS Pininfarina di Moncalieri che ha collaborato con la Onlus “Imagine to Help” alla realizzazione del progetto “Dove c’è acqua c’è vita”, che mira alla creazione di pozzi d’acqua potabile mediante l’utilizzo di procedure innovative e con il supporto di Siemens, quale partner tecnologico.