Mitsubishi Heavy Industries ha adottato PTC Windchill

Mitsubishi Unified System for Engineering potrà così gestire i dati di progettazione CAD e modificare e tracciare le informazioni associate alla relative distinte base

Mitsubishi Heavy Industries Engine & Turbocharger (MHIET) ha scelto la soluzione PLM PTC Windchill per tutte le attività globali della divisione Mitsubishi Heavy Industries Group. Windchill consentirà a Mitsubishi Unified System for Engineering (MUSE), gruppo interno responsabile del sistema di gestione delle informazioni tecniche, di gestire i dati di progettazione CAD distribuiti su più computer, e di modificare e tracciare le informazioni associate alla relative distinte base (EBOM).

MHIET nel è nata nel 2016 per gestire le attività di Mitsubishi Heavy Industries nel settore dei motori e dei turbocompressori. Utilizzando un sofisticato portafoglio tecnologico, MHIET sviluppa e produce prodotti di alta qualità e sta attualmente lavorando ad un sistema integrato che include l’assistenza post-vendita.

“Con Windchill, utilizziamo una soluzione standard pronta all’uso che ci consente di tenere traccia in modo efficace dei dati multi-CAD e delle relative specifiche tecniche associandoli a una EBOM” afferma Yoshihide Iwamoto, group manager, Engineering Administration Group, Quality Assurance Department, Mitsubishi Heavy Industries Engine & Turbocharger. “L’architettura aperta di Windchill ci consente di gestire in modo centralizzato le nostre informazioni tecniche e quindi di migliorare la velocità e la qualità delle operazioni globali, oltre a favorire la collaborazione tra i singoli dipartimenti e le filiali estere per fornire un significativo valore ai nostri clienti.”

La costante ricerca di continuo miglioramento e differenziazione del proprio business, hanno di recente portato MUSE alla decisione di sostituire un prodotto della concorrenza con le capacità avanzate di Windchill per:

  • Gestire centralmente le informazioni EBOM/EO e quelle relative ai modelli e ai documenti 3D, generate durante il processo di progettazione;
  • Implementare a livello globale un sistema di gestione dei dati CAD;
  • Condividere e gestire i dati 3D con i reparti che non si occupano di progettazione e con le filiali dislocate nel mondo.

Inoltre, MHIET è riuscita a trasferire senza problemi durante l’implementazione, grandi quantità di dati CAD insieme allo storico delle modifiche utilizzando la funzione Windchill Bulk Migrator, che consente una migrazione veloce e affidabile dei dati.

Windchill, la suite di applicazioni PLM leader di settore, rende più agevole che mai sfruttare thread digitali consistenti e aggiornati di informazioni sui prodotti, ivi compresi i dati ad essi correlati. Windchill con le sue applicazioni pronte all’uso e completamente configurabili consente agli utenti di lavorare più velocemente e con maggiore precisione, riducendo time-to-market e costi e migliorando la qualità. Con Windchill, gli utenti sono in grado di interagire dinamicamente con i dati in 3D, sia su schermo che tramite realtà aumentata, lungo l’intera catena del valore. Con opzioni di implementazione che includono le modalità cloud e on-premise, Windchill offre la flessibilità, le prestazioni e la scalabilità indispensabili alle aziende per essere leader nel loro settore.

“Il passaggio a Windchill è perfettamente allineato alle strategie di MHIET. Windchill è più di un semplice sistema PLM – e ci permette di offrire ai nostri clienti un software enterprise strategico che trasforma completamente il loro modo di operare: dalle modalità di ricerca e accesso ai dati, a quelle di visualizzazione”, ha dichiarato Kevin Wrenn, divisional general manager, PLM segment, PTC. “Windchill favorisce la collaborazione tra gli stakeholder di tutta l’organizzazione mettendo a disposizione i dati di prodotto di cui hanno bisogno e la scalabilità necessaria per espandersi in tutte le sedi globali. Con Windchill, aziende come MHIET possono migliorare la collaborazione tra gli stakeholder, e ciò aiuta a migliorare sia il time-to-market che la qualità del prodotto.”