Mimaki pensa a stampatori, insegnisti e allestitori

La nuova stampante desktop 3D è l’ideale per la produzione di dime e insegne tridimensionali

Mimaki Europe ha annunciato il lancio di 3DFF-222, la nuova stampante desktop 3D realizzata in collaborazione con Sindoh, produttore di stampanti 3D e multifunzione con sede in Corea del Sud.

La soluzione Fused Filament Fabrication (FFF) è stata sviluppata come strumento interno di progettazione e produzione, ideale per realizzare dime utilizzate nella stampa diretta su oggetti e per la produzione di insegne tridimensionali.

Commercializzata in Italia a partire dalla prossima fine di aprile da Bompan, importatore esclusivo dei sistemi Mimaki, la 3DFF-222 stampa in PLA (acido polilattico) e utilizza cartucce a filamento facili da inserire. Questo sistema permette di realizzare componenti di dimensioni fino a 210 x 200 x 195 mm (L x P x A) e di monitorare a distanza ogni lavoro tramite una specifica app Mimaki.

La nuova 3DFF-222 amplia le proposte 3D firmate Mimaki, affiancando il modello 3DUJ-553 che già incorpora tutto il know how acquisito in decenni di attività in ambito di stampa 2D per la visual communication. Entrambi i sistemi garantiscono un’eccellente affidabilità produttiva, potenziata dall’assistenza tecnica e dal servizio offerto da Mimaki ai clienti di tutto il mondo.

Tra le principali funzionalità della stampante 3DFF-222 si segnalano:

  • PLA (acido polilattico): materiale rigido e robusto, è una eco-plastica realizzata dall’amido di patate e mais;
  • Automatic Filament Supply (Alimentazione automatica del filamento): l’installazione del filamento è semplificata e comprende l’inserimento di un filamento avvolto nell’apposita cartuccia, da dove viene inviato automaticamente all’ugello;
  • Auto Filament Cutting (Taglio automatico del filamento): è possibile anche dopo il completamento del lavoro di stampa;
  • Un piano flessibile di metallo, con funzione termostatica incorporata, permette di formare il modello e di rimuoverlo facilmente una volta pronto;
  • Bed Leveling Assist (Livellamento piano assistito): misurazione automatica di errori orizzontali del tavolo con conseguente rettifica, per contribuire alla stabilità della creazione del modello;
  • Filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air): previene la fuoriuscita di aria viziata;
  • I driver motore sono stati appositamente progettati per ridurre la rumorosità durante il funzionamento;
  • Una videocamera e l’illuminazione a LED consentono il monitoraggio a distanza mediante smartphone o tablet.

Come riferito in una nota ufficiale da Bert Benckhuysen, Senior Product Manager di Mimaki Europe: «La flessibilità e la facilità d’uso sono funzionalità chiave della nostra nuova stampante desktop 3D, sviluppata per poter essere utilizzata comodamente a ciclo continuo anche in un ufficio. Inoltre, questo sistema si combina sinergicamente con le nostre stampanti flatbed UV LED direct-to-shape della serie UJF, in quanto permette di produrre con efficienza ed economicità dime personalizzate necessarie per stabilizzare la qualità in caso di stampa diretta su oggetti. Per gli operatori questo si traduce in significativi vantaggi in termini di riduzione di tempo e costi. Insegnisti e allestitori, infatti, possono realizzare internamente con la massima efficienza, lettere scatolate e cartelloni a colori di grande impatto, che vengono prima stampati in 3D e poi decorati con le stampanti Mimaki UV in modalità LD. Il risultato? Una stampa di alta qualità su oggetti tridimensionali».