La stampa 3D di Roboze si espande sul mercato americano

Tre nuovi punti di riferimento negli USA, in Canada e in Colombia per il produttore italiano che punta al 500% di crescita nel 2019

Il produttore italiano Roboze ha annunciato tre nuovi punti di contatto per i clienti finali negli USA, Canada e Colombia.

Intento a continuare la sua marcia di espansione, con l’obiettivo di affermarsi come leader nel settore della stampa 3D additiva per la produzione di parti funzionali con materiali ad alte performance, Roboze ha da poco chiuso il suo primo round di finanziamenti, pari a 3 milioni di euro, per il potenziamento della propria area R&S e per l’espansione dei mercati EMEA e USA, con un obiettivo di crescita nel 2019 pari al 500%.

A conferma di questo grande stimolo e processo di crescita, Roboze continua a puntare sulla distribuzione e assistenza attraverso accordi commerciali con rivenditori a valore aggiunto (VAR), selezionati in base a requisiti di competenza e organizzazione, in grado di proporre soluzioni e produzioni 3D a una clientela sempre più globale.

Chi ha scelto la qualità Roboze
Non a caso, nel progetto figurano realtà come ImageNet Consulting, società di Oklahoma City attiva sul mercato come specialista di soluzioni IT e di stampa dal 1956. Con 18 sedi dislocate sul territorio statunitense e un totale di 440 dipendenti, dal 2014 la realtà è attiva nel mercato della stampa 3D con un’ampia offerta di tecnologie additive manufacturing.

Con la crescita della manifattura statunitense cresce anche il numero degli utilizzatori finali di tecnologie innovative industriali. Nel grande panorama della stampa 3D, Imagenet Consulting ha scelto le soluzioni Roboze grazie all’alta qualità delle parti prodotte e per la possibilità di farlo con materiali ritardanti di fiamma, con prestazioni funzionali vicine alle esigenze dei settori interessati.

Come riferito in una nota ufficiale da TJ Russell, direttore di 3D Printing in ImageNet Consulting: «Abbiamo scelto Roboze per i materiali ritardanti di fiamma, per la qualità del prodotto e per la forza meccanica dei pezzi stampati, ma anche per la visione offerta nell’ambito della lungimirante tecnologia AM futura. Il ROI è sempre la cosa più importante per i nostri clienti e quando confronti Roboze con altri prodotti del settore, non c’è competizione che tenga».

La pensa così anche TM3, consulente specializzato nella produzione di parti con tecnologia additiva e reverse engineering.

Con sede a Bolton, Ontario, in Canada, TM3 punta a diventare uno dei centri produttivi più avanzati del Sud-Est canadese, offrendo l’opportunità di accedere a stampanti 3D, CNC e 3D scanner di ultima generazione, selezionate e combinate con le skills di un team appassionato e competente. TM3, è in grado di rispondere alle esigenze di produzione di piccoli volumi di produzione on-demand fino ai cicli di produzione ad alto volume.

L’azienda canadese ha scelto Roboze perché come ha detto Vince Tersigni, Co-Founder di TM3: «Rappresenta il miglior modo per fornire una vera piattaforma industriale ai nostri clienti. Abbiamo diverse applicazioni che richiedono maschere e attrezzature per le applicazioni di lavorazione CNC, e riteniamo che avere la possibilità di stampare con Nylon e Carbon PA potrà sicuramente supportarci in questo. Rivolgiamo anche una grande attenzione al mercato Oil & Gas e riteniamo che la stampa in PEEK di Roboze sarà un grande vantaggio per i nostri clienti. Abbiamo l’opportunità di aiutare i clienti nella ricerca di utensili per stampi a iniezione di breve durata e riteniamo che con le proprietà del PEEK saremo in grado di soddisfare queste esigenze».

Le alte precisioni e le caratteristiche dei materiali offerti, in particolare quelli dedicati alla sostituzione dei metalli, hanno soddisfatto i requisiti di ricerca del team che desiderava anche entrare a far parte di un gruppo giovane, in continua evoluzione e in crescita, con l’obiettivo di sviluppare e potenziare il mercato canadese.

Infine, i3D, fondata a Medellin, in Colombia, nel 2007 con l’obiettivo di offrire le migliori tecnologie 3D rivolte al mercato educational e professionale, offre un servizio di supporto a 360° rivolto alle principali industrie del Paese nell’ambito della produzione, dell’industria automobilistica e aeronautica e della lavorazione dei metalli, a partire dalla formazione fino alla progettazione, dalla produzione alla metrologia.

Come riferito da Leonardo Arbeláez, Engineering Director di i3D: «Siamo venuti a conoscenza di Roboze durante la fiera Rapid+TCT 2018. Eravamo rimasti impressionati dalla qualità delle parti esposte e dalla possibilità di poter ampliare la nostra offerta con materiali ad alte performance. Dopo quell’incontro abbiamo seguito quotidianamente l’azienda, abituandoci a degli standard che non avevamo considerato prima di allora».

 

Accuratezza e proprietà dei materiali permettono a i3D di rispondere a esigenze dei propri clienti non soddisfatte in precedenza, permettendo di aprire nuove opportunità di business.