Nina Ricci sceglie PLM Centric 8

21

Il marchio è famoso in tutto il mondo per le sue collezioni di prêt-à-porter di lusso, gli accessori, i gioielli e i profumi






Fondata nel 1932 da Maria Nielli, la casa di alta moda acquista i propri materiali principalmente in Italia, mentre la maggior parte della produzione viene realizzata in Francia. La gestione di 250 modelli a stagione, che richiedono fino a 350 campioni, non poteva più essere basata sull’uso di fogli di calcolo, pertanto Nina Ricci ha scelto di adottare la soluzione PLM Centric 8 per gestire al meglio le proprie linee di prodotti.

Stare al passo

Emmanuel Debaene, direttore operativo di queste divisioni, a fronte della necessità dell’azienda di sviluppare ogni anno quattro collezioni e due pre-collezioni, ha riscontrato una criticità nella gestione delle informazioni. File non aggiornati o con revisioni diverse tra i vari reparti, documenti in formato cartaceo e un numero eccessivo di e-mail, rappresentavano degli ostacoli nel rispettare il time-to-market pianificato dall’azienda. La perdita e la duplicazione di informazioni critiche o gli errori di immissione dei dati in un settore nel quale i consumatori si aspettano velocità, hanno convinto Debaene a rivalutare le modalità di lavoro della propria organizzazione. “Trattavamo ogni collezione come se fosse completamente nuova. Non avevamo la capacità di gestire in modo accurato i riferimenti incrociati, di confrontare e analizzare le informazioni relative ai vari modelli lungo le diverse stagioni. La situazione era diventata insostenibile” dichiara Debaene.

Perché il PLM? Perché Centric?

La decisione di basare i processi di sviluppo dei prodotti di Nina Ricci su una soluzione integrata e di facile utilizzo, è apparsa fin da subito come la migliore dal punto di vista strategico, secondo quanto afferma Debaene, che ha apprezzato molto l’interfaccia semplice e web-based di Centric 8. “Semplicita’ e immediatezza sono fondamentali per chi lavora in un’azienda della moda e del lusso come Nina Ricci e che non desidera trovarsi di fronte alla tipica schermata, molto complessa, delle soluzioni IT”. Oltre alla user experience, ciò che ha particolarmente colpito Debaene e i suoi colleghi è stata l’estesa copertura funzionale della soluzione Centric 8, cioè la possibilità di gestire l’intero ciclo di vita del prodotto, dall’ispirazione iniziale fino al recepimento dell’esperienza del cliente mediante una soluzione configurabile e pronta all’uso e una suite di applicazioni mobili innovative. “Altri fattori rilevanti nella scelta di Nina Ricci”, afferma sempre Debaene, “sono stati l’innovativa metodologia di implementazione Agile Deployment SM di Centric, che consente di ridurre i tempi di implementazione e la competenza dei consulenti Centric”, che hanno dimostrato di conoscere bene le sfide e le esigenze specifiche del nostro settore”.

Non fermarsi mai

Proprio in considerazione dell’attenzione ai materiali, che caratterizza da sempre il marchio Nina Ricci, si è deciso di iniziare l’implementazione del PLM dal modulo di Materials Management: in soli tre mesi dalla scelta di adottare Centric 8, Debaene e il suo team erano già in piena attività nell’utilizzo di questo modulo. L’implementazione di Centric 8 e’ stata completata in una data molto importante per l’azienda: il giorno della prima sfilata realizzata sotto la guida del nuovo Direttore creativo Guillaume Henry. Attualmente, l’utilizzo del PLM da parte del brand si estende dalle prime fasi del merchandise planning fino al lancio del prodotto. Come spiega Debaene: “Centric 8 integra l’intero processo di industrializzazione che segue la sfilata, include le schede tecniche, i modelli CAD, lo sviluppo delle taglie e delle varianti dei modelli stessi e ci guida e supporta fino al lancio in produzione”. Data la rilevanza strategica del progetto PLM, il consiglio di amministrazione di Nina Ricci ha promosso l’adozione del PLM, presentandolo come un’iniziativa di rilievo aziendale e sostenendo sia la fase di adozione da parte degli utenti, che il change management. Per questo motivo, sia l’adozione che la relativa gestione del cambiamento organizzativo, si sono potute attuare nel modo più agevole, sotto la supervisione di un consulente Klartis interamente ed esclusivamente dedicato al progetto. Come afferma Debaene “Nessuno è rimasto solo. Grazie al continuo supporto, Nina Ricci, non solo è stata in grado di portare a termine l’implementazione in tempi molto rapidi ma, ha potuto farlo, rispettando e rispondendo alle esigenze di ogni singolo utente. L’approccio user-friendly di Centric 8 ha favorito una transizione del tutto naturale”.

Da un imperativo di business a un vantaggio competitivo multi-dimensionale

Spesso”, spiega Debaene, “è il marchio che riesce ad arrivare per primo sul mercato ad attirare i clienti migliori”. L’adozione di Centric 8 ha contribuito all’efficienza nella distribuzione complessiva, sia tramite il canale retail, che wholesale. Ad oggi, Nina Ricci ha potuto registrare significativi benefici in diverse aree chiave:

Riduzione del time to market: “A livello di distribuzione wholesale, aggiungere una settimana di presenza di un prodotto nel negozio, ne fa aumentare del due percento il tasso di vendita “, osserva Debaene. “A sua volta, questo fa crescere la probabilità di acquisto, in futuro, di altri prodotti da parte del rivenditore. Da questo punto di vista, il PLM Centric 8 fa decisamente la differenza e ha aiutato a ridurre di 15 giorni il time-to-market di Nina Ricci”.

Maggior controllo della marginalità: I team creativi di Nina Ricci dispongono adesso di informazioni sui costi fin dalle prime fasi del ciclo di vita del prodotto, ciò permette loro di fare una stima dei prezzi nel momento stesso nel quale viene definita la distinta base. Con Centric 8, i team di merchandising possono ora gestire i margini in modo più preciso in base ad informazioni precise ed affidabili.

Ottimizzazione del sourcing: La condivisione delle distinte base abilitata da Centric 8, permette agli acquisti di fare previsioni più accurate sulle quantità; dalla sua implementazione a oggi, Nina Ricci ha registrato una riduzione del 30 % di imprecisioni ed errori negli ordini.

Lavorare per generare valore: I significativi risparmi di tempo ottenuti lungo tutto il ciclo di vita del prodotto, permettono allo staff di Nina Ricci di concentrarsi maggiormente sulle attività creative e di sviluppo, anziché su quelle amministrative. “In passato, alla gestione di 250 modelli spesso corrispondeva la generazione di un gran numero di errori”, ricorda Debaene, mentre oggi li abbiamo diminuiti del 20-30 % ed è stato possibile eliminare le duplicazioni dei dati, estremamente onerose, sia in termini di costi che di tempo.

Riduzione dei tempi di immissione dei dati: L’integrazione del PLM Centric 8 con la soluzione ERP (Enterprise Resource Planning) di Nina Ricci, ha permesso di ridurre drasticamente i tempi di immissione dei dati, con un risparmio fino a 10 giorni per ogni collezione. Inoltre, non essendo più necessario ricercare manualmente le informazioni contenute nei fogli di lavoro non collegati tra loro, è stato azzerato il tempo dedicato in precedenza a tale attività.