Flotte intelligenti navigano sugli oceani

Hyundai Heavy Industries e Accenture hanno dato vita a una collaborazione che consentirà di offrire tecnologie digitali integrate per migliorare l’efficienza operativa e i processi decisionali degli armatori

Una nave intelligente connessa per permettere agli armatori mediante l’applicazione delle tecnologie digitali, di gestire al meglio le loro flotte, con conseguente risparmio sui costi operativi. E’ il progetto al quale stanno lavorando congiuntamente Hyundai Heavy Industries, specialista nel settore della cantieristica navale, e Accenture.

Tutte le informazioni sulla navigazione (posizione, condizioni meteorologiche e dati sulle correnti oceaniche nonché stato delle apparecchiature di bordo e del carico) verranno raccolte e messe a disposizione degli armatori grazie a una rete di sensori installata sulle nuove navi. Una analisi dettagliata e in tempo reale dei dati nuovi e storici della flotta e l’impiego della tecnologia di visualizzazione dei dati per presentarne i risultati, gli armatori saranno in grado di monitorare in tempo reale lo stato e le condizioni delle imbarcazioni e prendere decisioni, basate sui dati, che favoriscano l’efficienza operativa. I servizi includeranno allarmi e avvisi in tempo reale, manutenzione predittiva e una più efficiente programmazione.

La “nave intelligente connessa” utilizza la piattaforma su nave di Hyundai Heavy Industries e la Connected Platforms as a Service (CPaaS) di Accenture. Grazie a questa collaborazione tra i servizi offerti ai clienti di Hyundai Heavy Industries rientrano servizi amministrativi, di user management e di gestione dei dispositivi, che insieme servono a garantire il monitoraggio e la manutenzione in modalità remota di tutti i dispositivi connessi.

Con la raccolta e lo scambio in tempo reale dei dati relativi a navi, porti, merci e logistica terrestre, la Hyundai Heavy Industries sarà in grado di creare servizi aggiuntivi e nuove fonti di reddito per i suoi clienti lungo tutto il ciclo di vita delle navi e dei trasporti, eliminando le barriere tra i diversi ambiti relativi all’operatività di una nave. Questa collaborazione rientra nei piani di espansione di Hyundai Heavy Industries dal settore prettamente industriale verso quello dei servizi.