Come proteggere le centrali nucleari

Gli esperti Trend Micro protagonisti alla conferenza IAEA per discutere gli ultimi trend degli attacchi nel settore SCADA/ICS

Si apre il 1° giugno, e proseguirà sino al 5, l’ “International Conference on Computer Security in a Nuclear World: Expert Discussion and Exchange”, la prima conferenza del suo genere organizzata dalla Agenzia internazionale per l’energia atomica (IAEA). Le centrali nucleari, infatti, sono una delle principali fonti di energia a livello mondiale, ma rappresentano anche uno degli obiettivi più sensibili.
Per combattere gli attacchi alla sicurezza informatica, la IAEA ha organizzato questa conferenza in collaborazione con l’Interpol, l’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (ITU), l’Istituto internazionale delle Nazioni Unite per la ricerca sul crimine e la giustizia (UNICRI) e la Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC). L’obiettivo della IAEA è riunire gli esperti di tutto il mondo che si dedicano a fornire competenze tangibili, best practise e soluzioni che supportino le sfide degli operatori dell’industria nucleare. I partecipanti alla conferenza discuteranno anche dei trend futuri e di come aumentare la cooperazione internazionale.
Per questa ragione, Trend Micro sarà tra i relatori delle giornate e gli esperti della multinazionale saranno chiamati a discutere sugli ultimi trend degli attacchi nel settore SCADA/ICS presentando anche le soluzioni, come Portable Security e SafeLock.
“Siamo molto onorati di essere stati invitati a partecipare a questa importante conferenza” ha affermato Loïc Guézo, information security evangelist, director and IAEA contact, Trend Micro. “Le conseguenze di un attacco informatico a una centrale nucleare avrebbero un potenziale devastante, per questo è vitale assicurarsi in ogni momento la sicurezza e la protezione delle persone in tutto il mondo. Noi continuiamo nel nostro impegno a supportare la IAEA e i suoi obiettivi di rendere l’uso dell’energia nucleare sicuro e pacifico.”