Gli ingegneri si formano con Ansys

L’accesso a licenze multi-utente permette agli studenti universitari di imparare a sfruttare gli strumenti di simulazione

Gli studenti di ingegneria di tutto il mondo stanno per tornare in aula e molti di loro impareranno a sfruttare la potenza del software di simulazione ANSYS. Questo perché potranno usufruire degli stessi strumenti che si troveranno ad utilizzare nelle rispettive future carriere.
Un numero crescente di college americani ed europei, sta infatti offrendo accesso alla tecnologia ANSYS a tutti gli studenti di ingegneria, attraverso una soluzione campus-wide. L’accesso al software ANSYS, per le università, viene infatti fornito centralmente, sostituendo le licenze individuali dei vari dipartimenti con una singola licenza multi-utente. In questo modo le Università potranno aumentare gli accessi al software e alle diverse fisiche d’interesse, sfruttando i vantaggi economici di un acquisto a volume. L’accordo crea un ambiente accademico ideale per una più estesa adozione della simulazione – quella in cui il software viene utilizzato da una pluralità di utenti per un’applicazione facile e conveniente, condivisa tra più facoltà, studenti e ricercatori.
La concessione di licenze campus-wide di ANSYS è multidisciplinare e riflette la natura reale dei problemi di ingegneria. Le licenze comprendono infatti i prodotti per l’analisi fluidodinamica, strutturale ed elettromagnetica che consentono di svolgere analisi complesse in ogni campo, incluso quello elettronico, dalla progettazione di macchine elettriche, l’elettronica ad alta frequenza e la gestione di dispositivi di potenza.
“Disporre di capacità multifisiche ci permetterà di esplorare i problemi interdisciplinari, come ad esempio quelli che coinvolgono sia l’elettromagnetismo che il trasferimento di calore”, ha puntualizzato Daniel D. Stancil, Alcoa Distinguished Professor e Preside del dipartimento di energetica e computer engineeering presso la North Carolina State University. “La generosa fornitura di licenze d’insegnamento incluse nel pacchetto apre ulteriori possibilità per lo sviluppo di un nuovo corso e molte della nostra facoltà già utilizzano ampiamente i solutori nella loro ricerca”.