Come aumentare la sicurezza sul territorio grazie alla tecnologia

Il cruscotto di sicurezza urbana è lo strumento messo a punto dal CSI Piemonte per supportare le amministrazioni comunali nella gestione della sicurezza delle zone in cui operano

Il CSI Piemonte presenterà durante lo SMAU di Torino in corso in questi giorni, il cruscotto di sicurezza urbana ed altre soluzioni sviluppate per il settore della pubblica amministrazione.

In particolare, il cruscotto di sicurezza urbana è un’innovativa tecnologia web con cui è possibile rilevare e monitorare in ogni singolo quartiere tutti quegli elementi che possono incidere sulle condizioni di sicurezza del territorio e sulla percezione che ne hanno i cittadini.

Il progetto è stato realizzato dal CSI Piemonte per il Comune di Torino, ma può essere utilizzato per qualsiasi amministrazione comunale, apportando i necessari cambiamenti legati alle caratteristiche peculiari del territorio in cui la piattaforma viene utilizzata.

Secondo Davide Zappalà, Presidente del CSI Piemonte, questo cruscotto è uno strumento molto utile che può aiutare a tenere sotto controllo il livello di sicurezza urbana e ad adottare le misure più adeguate per rafforzare e indirizzare al meglio gli interventi sul territorio.

Il cruscotto di sicurezza urbana consente di rilevare in merito ad una specifica area molteplici dati, come ad esempio locali di ritrovo, punti luce, denunce effettuate e livello della popolazione immigrata. La possibilità di avere a disposizione tali informazioni è di fondamentale importanza, in quanto oltre a rendere più efficace il lavoro svolto dalle forze dell’ordine, aiuta ad individuare e attuare gli interventi migliorativi più adeguati sul territorio in cui sono state rilevate tali informazioni.

Punto di forza del cruscotto è la capacità di combinare numerosissimi dati – anagrafici, lavori pubblici o informazioni raccolte dai vigili urbani – che possono essere visualizzati contemporaneamente su un’unica videata.

I dati vengono poi combinati tra loro al fine di individuare i punti della città che possono essere meno sicuri o che necessitano di interventi particolari. Inoltre, in base alle informazioni raccolte, è possibile applicare gli interventi ritenuti più idonei, come ad esempio illuminare maggiormente una determinata area urbana oppure intensificare in una specifica zona la presenza delle forze dell’ordine.

Attraverso tale cruscotto dunque, il CSI Piemonte intende dimostrare come la tecnologia possa diventare uno strumento efficace per migliorare la qualità di vita delle persone e creare degli ambienti urbani più sicuri e a misura d’uomo.

Il crusctto inoltre, può diventare uno strumento strategico a disposizione dele Pubbliche Amministrazioni per adottare le decisioni più adeguate nel territorio in cui operano.