Tracer Tag: come evitare lo smarrimento dei bagagli

I moduli di Telit saranno adoperati per Tracer Tag, il dispositivo realizzato da Recominte per monitorare valigie e bagagli delicati

Telit Wireless Solutions sarà il nuovo partner di Recominte a cui fornirà moduli m2m per il Tracer Tag, un nuovo device per il monitoraggio che consente di geolocalizzare i bagagli anche quando sono in volo.

Con questo nuovo strumento, Telit e Recominte intendono rispondere ad una precisa esigenza: ridurre il numero dei bagagli dispersi o danneggiati. Secondo l’ultimo report di SITA infatti, nel 2013 sono stati circa 21.8 milioni i bagagli danneggiati a livello mondiale, mentre sono costate circa 2 miliardi di dollari le valigie danneggiate o consegnate in ritardo.

A ricevere questo tipo di disservizi sono stati soprattutto i passeggeri che hanno effettuato almeno uno scalo aeroportuale e circa la metà delle valigie consegnate in ritardo o smarrite provenivano da voli di coincidenza.

Uno dei problemi principali concernenti questo disservizio e che finora ha reso vani i tentativi di monitoraggio dei bagagli, dipende dalle severissime regolamentazioni legate all’uso di dispositivi di comunicazione elettronici e wireless. Con la soluzione di Recominte, leader nell’industria aeronautica, viene superato proprio tale scoglio, in quanto il dispositivo si spegne automaticamente in volo e si riaccende appena l’aereo atterra. Per assicurare una buona performance di monitoraggio, Tracer Tag è stato integrato con i moduli GL865-QUAD e JN3 sviluppati da Telit, che ha recentemente acquisito il software ATOP.

Telit GL865-QUAD è un modulo GSM/GPRS dotato di 4 bande GSM per applicazioni globali e con il suo design ultracompatto e l’elevata range di temperatura, è l’ ideale per le applicazioni m2m di alto livello e per i dispositivi di dati mobili.

Il modulo GPS Telit JN3 può invece essere facilmente legato ad altri moduli per disporre di un sistema di monitoraggio senza dover sostenere elevati costi aggiuntivi.

Inoltre grazie alla possibilità di integrare il modulo GPS con il cellulare, Tracer Tag può effettuare le attività di monitoraggio in maniera accurata anche in luoghi chiusi, garage e può essere utilizzato anche all’interno di bagagli trasportati da macchine, treni, bus o aerei.

Tra le altre funzioni offerte dal dispositivo, vi sono la lunga durata della batteria (100 ore in situazioni con una buona ricezione GPS), un’ottima resistenza alle vibrazioni, ad alte temperature, all’umidità e ad una bassa pressione atmosferica. Tracer Tag offre inoltre la possibilità di registrare eventuali cadute del bagaglio e la temperatura ambientale, così da aiutare a stabilire la situazione in cui si è verificato il danno a qualsiasi tipologia di carico. E’ questa una caratteristica molto importante, soprattutto nei casi di trasporto di bagagli delicati come medicinali deperibili o dispositivi elettronici.