SPS Italia: record di adesioni

La quarta edizione di SPS Italia, a due mesi dall’apertura, registra oltre 500 espositori

SPS IPC Drives Italia, giunta ormai alla quarta edizione, conferma di essere diventata la fiera di riferimento per il comparto dell’automazione nel nostro Paese. All’incontro con gli espositori, per presentare l’avanzamento dei lavori e delle adesioni, i responsabili dell’evento hanno illustrato le ottime prospettive in vista dell’apertura del 20 maggio, cui hanno già aderito oltre 500 espositori.
Un risultato frutto del rapporto di collaborazione costruito con tutti i protagonisti dell’evento, che ha permesso di individuare le soluzioni migliori per ogni azienda e di costruire nuove iniziative. Il tutto per rendere SPS Italia un evento dinamico e in continuo divenire. Sarà, infatti, l’innovazione il leitmotiv della nuova edizione, su cui SPS Italia ha scelto di investire in termini di progetti e aree dedicate.
Prima tra tutti la tavola rotonda del 20 maggio, che rappresenta un interessante momento di dibattito, caratterizzato da un format più in linea con lo stile “italiano”.
L’incontro, dal titolo “Automazione 4.0: Innovazione e competitività per l’industria italiana”, offrirà la possibilità di analizzare più nel dettaglio l’andamento del mercato italiano dell’automazione e le prospettive del manufacturing.
Grazie alla presenza di importanti attori del comparto dell’automazione, tra cui Sonia Bonfiglioli – Bonfiglioli Riduttori, Roberto Centazzo – CNA Emilia Romagna, Arturo Baroncelli – COMAU, Marino Crippa – Bosch Rexroth, Fabrizio Scovenna – Rockwell Automation e Filippo Giannini – Siemens, sarà infatti possibile dibattere temi fondamentali quali l’innovazione dei processi produttivi, il vantaggio competitivo offerto dall’automazione, le aspettative di crescita e sviluppo del mercato italiano ed europeo.
Macchine che comunicano e interagiscono tra di loro, cloud computing, fabbriche virtuali e Internet of Things sono ormai realtà necessarie per difendere il vantaggio competitivo acquisito.
L’apertura dei lavori è affidata invece agli organizzatori di SPS IPC Drives Italia, con la presentazione dei dati di settore a cura di Giuliano Busetto, presidente di ANIE Automazione e gli interventi del filosofo Franco Bolelli e di Giambattista Gruosso, docente presso il Politecnico di Milano. Tra le altre iniziative rivolte al tema dell’innovazione è stata introdotta, al fine di rendere la visita in fiera ancora più interessante, una nuova area: la “Piazza dell’Innovazione”. Quest’ultima si svilupperà nel percorso esterno prospiciente i due padiglioni espositivi e ospiterà progetti e applicazioni legati all’innovazione tecnologica.
L’innovazione non sarà la sola a farla da padrona a SPS Italia 2014, infatti, come anticipato nel corso di questi mesi, l’evento sarà accompagnato da ben due fil rouge dedicati a settori di primaria importanza per l’industria italiana: Food&Beverage e Pharma&Beauty. L’obiettivo, infatti, è di coinvolgere maggiormente gli utilizzatori finali organizzando due momenti di approfondimento tramite le tavole rotonde del 21 e del 22 maggio.
L’intero evento vedrà, inoltre, la partecipazione attiva di ItIs che, per l’intera durata della manifestazione, proporrà due edizioni quotidiane dell’iTG. Una formula innovativa per aggiornare in diretta i visitatori, ma anche quanti seguiranno l’evento via Web, sulle novità di settore.