La “Nuova Sabatini” apre al software

A disposizione 2,5 miliardi di euro per supportare l’innovazione tecnologica delle aziende e introdurre nuovi strumenti

Le piccole e medie imprese hanno un nuovo strumento per supportare i propri investimenti nel processo produttivo. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha infatti emanato la Circolare di attuazione per la “concessione e l’erogazione del contributo di cui al decreto interministeriale 27 novembre 2013” sulla “Nuova Sabatini”. Il documento definisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione previsti a favore di micro, piccole e medie imprese per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature, comprese le piattaforme software. Con la stipula della convenzione ABI/CDP, inoltre, le imprese possono finalmente beneficiare delle agevolazioni sul rinnovo dei processi produttivi.
Secondo l’ex ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, grazie a queste agevolazioni, “le aziende potranno presentare la domanda per accedere agli incentivi e troveranno un sostegno concreto per il rinnovo dei processi produttivi”.
In una prima fase è prevista la costituzione, presso la Cassa Depositi e Prestiti, di un plafond di 2,5 miliardi di euro che le banche e altri intermediari finanziari possono utilizzare per concedere finanziamenti alle PMI per investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature da destinare al processo produttivo, nonché investimenti in hardware, in software e in tecnologie digitali”.
Il Mise provvede alla concessione di un contributo in favore delle PMI che hanno ottenuto il finanziamento a parziale copertura degli interessi a carico delle imprese. C’è inoltre la possibilità di beneficiare del Fondo di Garanzia per le PMI fino alla misura dell’80% sul finanziamento bancario ottenuto dall’impresa, con priorità di accesso.
I moduli sono disponibili sul sito www.mise.gov.it, nella sezione “Beni strumentali (Nuova Sabatini)”. A partire dal 31 marzo, le imprese potranno presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi.