ADI presenta il transceiver RF a banda larga di quarta generazione ADRV9026

Il transceiver integra quattro canali e consente la realizzazione di una piattaforma comune con consumi più bassi e dimensioni più ridotte

RadioVerse, l’ecosistema tecnologico e di progetto di Analog Devices, include ora anche l’ADRV9026, un nuovo transceiver a banda larga progettato per supportare applicazioni per stazioni base, incluse macro-celle 3G/4G/5G, singolo o multi-standard, sistemi “massive MIMO” (M-MIMO) e “small cell”. L’ADRV9026, il transceiver RF a banda larga di quarta generazione di ADI, integra quattro canali e consente la realizzazione di una piattaforma comune con i consumi più bassi e le dimensioni più ridotte. Il nuovo transceiver definibile via software supporta sia lo standard “Frequency Division Duplex” (FDD) che il “Time Division Duplex” (TDD), semplificando il progetto e riducendo assorbimento, dimensioni, peso e costi di sistema nelle applicazioni 3G/4G/5G.

Per scaricare il data sheet e ordinare campioni è possibile visitare la pagina di prodotto dell’ADRV9026.

L’ecosistema tecnologico RadioVerse offre un ambiente di progettazione unico, finalizzato alla semplificazione del processo di sviluppo della radio per un’ampia gamma di mercati e applicazioni. L’ecosistema RadioVerse include piattaforme per la prototipazione veloce, sistemi di valutazione a livello di chip, strumenti di simulazione e kit di sviluppo, così come una rete di affiliazione globale che fornisce supporto alla progettazione a svariati livelli.

Per ulteriori informazioni visitate il sito dedicato.

L’ADRV9026 è disponibile in package BGA di 14 x14 mm. Le caratteristiche principali includono:

  • Quattro canali completi di trasmettitori e ricevitori con due canali ricevitori di osservazione
  • Frequenza LO: da 650 MHz a 6000 MHz
  • Larghezza di banda massima ricevitore/trasmettitore: 200 MHz
  • Larghezza di banda massima di sintesi del trasmettitore e del ricevitore d‘osservazione: 450 MHz
  • Sincronizzazione di fase multichip per tutti gli oscillatori locali e i clock in banda base