ISO/TR 24119: come evitare il Fault Masking

Nel webinar, che può essere scaricato gratuitamente, vengono spiegati i rischi del Fault Masking e forniti una serie di consigli relativi alla sicurezza delle macchine

 

Lo scorso 11 aprile, la redazione di Itis ha organizzato, con il supporto di Schmersal, un webinar tecnico sulle novità introdotte da ISO/TR 24119:2015, con particolare attenzione al Fault Masking.

Relatore dell’evento è stato Andrea Grassi – Technical Manager presso Schmersal, oltre ad essere uno dei pochi italiani in possesso della certificazione FS Engineer rilasciata da TÜV Rheinland.

Grassi ha affrontato, dapprima, la struttura del documento, lo scopo, le normative di riferimento e le definizioni, approfondendo poi una serie di aspetti e, soprattutto, le peculiarità del documento.

Poi, entrando nel merito, ha illustrato una delle principali novità, ovvero il concetto di mascheramento del guasto – Fault Masking. Una problematica che implica una serie di considerazioni sulla copertura diagnostica(DC) raggiungibile in base al numero dei ripari mobili e alla frequenza di accesso. Un valore che, in particolare, può essere stimato anche sulla base di un’apposita tabella semplificata.

 

Fault Masking Probability Level

Anche se, per una determinazione più precisa del DC, si introduce il termine FM, Fault Masking Probability Level (Livello di probabilità del mascheramento del guasto), che viene usato in altre tabelle per incrociare i dati con il tipo di componente, il tipo di cablaggio e il tipo di diagnostica del segnale.

Infine Grassi ha fornito una serie di indicazioni su come evitare il mascheramento del guasto, utilizzando anche una serie di esempi pratici.

Gli ultimi minuti del webinar, infine, sono stati riservati a una serie di domande da parte del moderatore e degli spettatori.

L’intero webinar può essere scaricato gratuitamente a questo link.