La tecnologia di Danfoss valorizza il sole come fonte di energia

A Silkeborg, in Danimarca, il grande impianto al mondo per il riscaldamento dell’acqua tramite energia solare sfrutta la tecnologia Danfoss

A Silkeborg, in Danimarca, il più grande sistema al mondo per il riscaldamento dell’acqua tramite energia solare sfrutta l’energia per riscaldare le case e le sedi di lavoro di 40.000 cittadini. Il sistema soddisfa il 18-20% del fabbisogno annuale di calore nella cittadina danese che ha l’ambizioso obiettivo di raggiungere la neutralità della CO2 nella produzione di calore entro il 2030.

La tecnologia degli scambiatori di calore SONDEX e i convertitori di frequenza VLT di Danfoss assicurano, infatti, un’fficienza impareggiabile nel controllo delle pompe e nel trasferimento di calore riducendo, tramite energia solare, le emissioni di anidride carbonica di 15.700 tonnellate all’anno.

Proprio il riscaldamento dell’acqua tramite energia solare è stato scelto poiché consente di immagazzinare l’energia durante le ore diurne e di riutilizzarla nelle ore notturne o in un altro periodo dell’anno. Questo metodo valorizza il sole come fonte di energia e rende le soluzioni che sfruttano l’energia solare ancora più redditizie.

Nello specifico, l’impianto di Silkeborg è progettato per produrre 80.000 MWh di calore all’anno e allo stesso tempo ridurre le emissioni annue di CO2 di 15.700 tonnellate.

Il sistema per il riscaldamento dell’acqua tramite energia solare funziona con i già citati scambiatori di calore SONDEX e convertitori di frequenza VLT, che hanno ridotto del 30% i costi nel primo anno di funzionamento rispetto ai tradizionali sistemi con convertitori di frequenza di vecchia concezione.

Quattro grandi pompe funzionano continuamente per distribuire l´acqua calda ai consumatori. Inoltre, altre quattro pompe sono disponibili in modalità standby da utilizzare in caso di emergenza. Tutte e otto le pompe dell’acqua sono controllate dai convertitori di frequenza VLT AQUA, per mantenere il loro consumo energetico al minimo.

Trasferimento ottimale dell’energia
Un totale di quattro scambiatori di calore forniti da SONDEX sono collegati all’impianto di riscaldamento solare. Si tratta del modello S221 che ha tra 884 e 936 piastre. Nella centrale di Silkeborg, gli edifici sono adattati alle dimensioni degli scambiatori di calore. Sono progettati specificamente per questo progetto per via delle altezze e degli ingombri delle zone circostanti.

L’impianto di riscaldamento solare dell’acqua di Silkeborg utilizza 22 km di tubature che collegano 12.436 pannelli solari termici, equivalenti all’area di 20 campi da calcio. I pannelli sono installati su un’area di 50 ettari, paragonabile a 60 campi da calcio.

Il parco è costruito in quattro sezioni indipendenti, per garantire la massima affidabilità operativa. Se si verifica un problema di funzionamento in un campo, gli operatori lo isolano e il sistema funziona utilizzando gli altri tre.

L’impianto è progettato per una durata di 25 anni. È un impianto altamente efficiente ed è da 4 a 6 volte più efficace dei sistemi residenziali di riscaldamento dell’acqua tramite energia solare, installati tipicamente sui tetti delle case private.