Connected Vehicle to Everything of Tomorrow: le prime prove del consorzio ConVeX

Audi, Ducati, Ericsson, Qualcomm, SWARCO e l’Università Tecnica di Kaiserslautern insieme per mostrare le potenzialità delle auto connesse per la sicurezza stradale

AUDI, Ducati, Ericsson, SWARCO, l'Università Tecnica di Kaiserslautern, e Qualcomm CDMA Technologies hanno annunciato la prima dimostrazione dal vivo in Europa dell'interoperabilità C-V2X tra una moto, veicoli e infrastrutture stradali. Le aziende, che lo scorso anno hanno costituito il consorzio Connected Vehicle to Everything of Tomorrow (ConVeX) per realizzare la prima prova annunciata del C-V2X basata sulla versione 14 del progetto di partnership di terza generazione (3GPP), hanno tenuto la dimostrazione ad Ingolstadt, in Germania.

Alla dimostrazione hanno partecipato i veicoli stradali Audi Q7 e Audi A4, oltre a un veicolo a due ruote Ducati Multistrada 1200 Enduro dotato di tecnologia C-V2X che utilizzava la soluzione chipset Qualcomm 9150 C-V2X. La vetrina ha mostrato le situazioni comuni che possono verificarsi tra motocicli e veicoli e come la tecnologia C-V2X possa essere utilizzata per migliorare la sicurezza stradale. Questi includono l'avviso di collisione intersezione – in cui un veicolo dotato di tecnologia C-V2X esce da un incrocio con una strada adiacente ed evita di urtare un motociclista che ha diritto di precedenza – e l'avviso di rischio di collisione in curva nel traffico interno, in cui un veicolo evita una collisione con una motocicletta svoltando a sinistra. Questi casi d'uso fanno parte di una serie più ampia di applicazioni avanzate che sono state dimostrate attraverso il progetto ConVeX, che comprende anche la comunicazione veicolo-infrastruttura (V2I) con unità di infrastruttura stradale sviluppate da SWARCO e la comunicazione veicolo-rete (V2N) con la rete di test cellulare 4G/5G di Ericsson gestita presso il campo di test digitale tedesco dell'autostrada A9.

Il consorzio è co-finanziato dalle organizzazioni partecipanti e dal Ministero Federale Tedesco dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali (BMVI) nell'ambito del programma Automated and Connected Driving on Digital Test Fields in Germany (Guida automatizzata e connessa sui campi di prova digitali in Germania).

Nell'ambito del suo continuo impegno a supporto dell'implementazione commerciale della tecnologia C-V2X, il consorzio ConVeX continua a condurre test sul campo durante tutto l'anno per dimostrare i vantaggi derivanti dall'utilizzo di una piattaforma unificata di connettività C-V2X, come definita dallo standard Release 14 del progetto di partnership di terza generazione (3GPP), per mostrare i vantaggi di portata, affidabilità e latenza delle comunicazioni dirette C-V2X in tempo reale. L'obiettivo è quello di evidenziare i nuovi casi di utilizzo che dovrebbero contribuire a supportare l'ottimizzazione del flusso di traffico, migliorare la sicurezza e aprire la strada alla guida automatizzata.

Durante le prove, le comunicazioni dirette C-V2X per gli scenari Vehicle-to-Vehicle (V2V), Vehicle-to-Infrastructure (V2I) e Vehicle-to-Pedestrian (V2P) funzionano sullo spettro ITS a 5,9 GHz senza la necessità di un modulo SIM (Subscriber Identity Module), di un abbonamento cellulare o di un'assistenza di rete. Completando le trasmissioni di comunicazione diretta, le comunicazioni basate sulla rete sono progettate per utilizzare le reti wireless 4G e le nuove reti 5G per la comunicazione Vehicle-to-Network (V2N) e operano su uno spettro di operatori autorizzati a supportare telematica, infotainment connesso, e una crescente varietà di casi di utilizzo avanzato della sicurezza informatica. Scenari V2N per le prove opera sulla rete di test 4G e 5G di Ericsson in Germania nella banda cellulare 2.6GHz.

La tecnologia C-V2X è supportata da un ampio ecosistema globale dell'automotive e delle telecomunicazioni, che include la 5G Automotive Association (5GAA), in rapida crescita, di cui Audi, Ericsson e Qualcomm Incorporated sono tra i co-fondatori. Il 5GAA coinvolge oltre 85 membri, tra cui molte case automobilistiche leader, fornitori Tier-1, sviluppatori di software, operatori mobili, aziende di semiconduttori, fornitori di apparecchiature di test, fornitori di telecomunicazioni, fornitori di segnaletica stradale e operatori stradali. C-V2X è una soluzione globale per le comunicazioni V2X a supporto della sicurezza automobilistica, della guida automatizzata e connessa e dell'efficienza del traffico, ed è l'unica tecnologia V2X basata su specifiche 3GPP (3rd Generation Partnership Project) riconosciute a livello globale, in continua evoluzione e progettate per offrire compatibilità avanzata con il 5G, e sfrutta i protocolli di livello superiore definiti dall'industria automobilistica, comprese le organizzazioni dell'Istituto europeo per le norme di telecomunicazione (ETSI).

"La dimostrazione di casi di uso sicuro con tecnologia 3GPP compatibile C-V2X all'interno del progetto ConVeX tra veicoli e moto dà una visione del ruolo chiave che le tecnologie wireless 5G e da veicolo a veicolo giocheranno nel futuro di Audi e nell'industria automobilistica", ha detto Christoph Voigt, responsabile dello sviluppo della connettività, delle comunicazioni mobili, delle tecnologie Car2X per Audi e presidente 5GAA. "Con il proseguimento delle prove del progetto ConVeX, i partner del progetto dimostreranno ulteriormente i vantaggi per gli utenti della strada in termini di sicurezza e in altri settori, utilizzando la tecnologia per garantire viaggi più sicuri e fluidi con un minore impatto ambientale."

"Questa è la dimostrazione perfetta di casi d'uso in cui le moderne tecnologie possono migliorare drasticamente la sicurezza dei futuri motociclisti", ha dichiarato Pierluigi Zampieri, Responsabile Innovazione Veicoli di Ducati Motor. "Infatti, la comunicazione C-V2X è sicuramente uno dei progetti chiave della roadmap di sicurezza Ducati 2025."

"In Ericsson, siamo convinti che con la nostra tecnologia Connected Car possiamo contribuire a una maggiore sicurezza sulle strade", ha dichiarato Stefan Koetz, presidente del consiglio di amministrazione di Ericsson GmbH. "Per questo motivo ci stiamo concentrando su soluzioni di mobilità basate su 5G come C-V2X, sia in serie di test come le prove ConVeX di oggi, sia in campi di prova su larga scala come il 5G Connected Mobility testbed sull'A9."

"Il progetto ConVeX sta sviluppando la tecnologia C-V2X, con le implementazioni in corso e la commercializzazione in arrivo nel 2019, in modo che C-V2X possa contribuire a fornire i benefici per la sicurezza che hanno creato così tanto interesse globale nella tecnologia", ha dichiarato Wassim Chourbaji, Vice President of Government Affairs, Qualcomm EMEA. "In qualità di leader nell'innovazione 5G, Qualcomm sta lavorando con il progetto ConVeX per migliorare ulteriormente C-V2X in 3GPP, consentendo l'evoluzione a 5G NR, rendendo possibili funzionalità avanzate come la condivisione di intenti e sensori che supportano la guida automatizzata."

"SWARCO è orgogliosa di essere la prima azienda di infrastrutture per il traffico a integrare C-V2X nel nostro portafoglio di soluzioni, poiché C-V2X entra a far parte dei nostri prodotti C-ITS Ready", ha dichiarato Michael Schuch, COO SWARCO AG. L'interscambio standardizzato e diretto tra veicoli e controllo del traffico è un potenziale senza precedenti per i gestori del traffico. Noi di SWARCO ci impegniamo a mettere a disposizione dei nostri clienti delle infrastrutture il nuovo collegamento con i veicoli."