AVR: smart agriculture grazie agli edge computer intelligenti ReliaGATE di Eurotech

Con il software Everyware Software Framework ed Everyware Cloud, l’azienda belga potrà gestire in remoto i dispositivi in campo

AVR – produttore di macchine per la raccolta delle patate con sede in Belgio – ha scelto le soluzioni per l'Industrial Internet of Things (IIoT) di Eurotech per il suo progetto di “smart agriculture”. In particolare, AVR connetterà le sue macchine agricole tramite gli edge computer intelligenti ReliaGATE, unitamente ai software Everyware Software Framework ed Everyware Cloud per la gestione remota dei dispositivi in campo. I componenti tecnologici per l’IoT di Eurotech sono integrati da delaware, partner di AVR, con una piattaforma IoT basata su MS Azure che raccoglie, analizza e visualizza i dati provenienti dai sensori installati su trattori e altri macchinari agricoli.

In virtù di una versione sperimentale attiva e funzionante, AVR prevede di rilasciare la piattaforma per gli utenti finali verso la fine del 2018, raccogliendo così feedback dal mercato per guidare lo sviluppo di nuove funzionalità. Nessuna informazione finanziaria sul progetto è stata rilasciata.

AVR ha una tradizione decennale nel settore della coltivazione delle patate, specializzandosi nella progettazione e costruzione di macchine raccoglitrici, seminatrici e coltivatrici. È un mercato di nicchia, ma AVR è uno dei più grossi player mondiali, ed esporta macchinari in ogni continente.

Anche un settore tradizionale come l’agricoltura sta sentendo l’impatto delle innovazioni digitali emergenti. “L’agricoltura adotta le nuove tecnologie abbastanza lentamente in confronto ad altri settori, ma i temi dello ‘smart farming’ e della ‘precision agriculture’ stanno emergendo sempre più spesso,” spiega l’IoT Manager di AVR, Koen Uyttenhove. “Ci siamo resi conto che per mantenere la nostra competitività e restare al passo con la domanda che cambia dovevamo cambiare la nostra strategia di business.”

In passato, AVR si è focalizzata molto sugli aspetti meccanici dell’agricoltura. “Ora il nostro obiettivo è di sviluppare macchine più intelligenti, con molti più sensori e usare i dati che raccogliamo per generare valore e trasparenza per tutti gli stakeholder lungo l’intera catena del valore, in aggiunta alla nostra offerta storica di macchinari di alta qualità,” continua il manager.

“Per il futuro stiamo pensando in grande,” afferma Uyttenhove. “Oltre a portare lo stato dell’arte delle nostre macchine ad un livello più alto, vogliamo esplorare altre tecnologie come l’uso di analitiche predittive e di analisi delle immagini per predire la qualità e l’entità del raccolto.”

Ciò premesso, AVR è fermamente intenzionata a mantenere il focus sulla produzione di macchine di qualità. “Sebbene questi progetti di ricerca siano importanti per noi e siamo interessati a fornire alcune soluzioni software molto specifiche, siamo soprattutto esperti di elettromeccanica e appassionati del settore delle patate”, conclude Uyttenhove.