Tutta la gamma di robot Epson ad Automatica 2018

899

Epson presenta il nuovo WorkSense W-01, robot autonomo dual-arm capace di “vedere, rilevare, pensare e lavorare”

Si svolge in questi giorni l'edizione 2018 di Automatica, a Monaco di Baviera dal 19 al 22 giugno. In questa occasione, Epson presenta presso il suo stand (B5-319) il nuovo WorkSense W-01, un robot autonomo dual-arm capace di "vedere, rilevare, pensare e lavorare". Dotato di numerosi sensori interni, tra cui anche telecamere e sensori di forza, questo robot intelligente è progettato per lo svolgimento di nuove e molteplici operazioni nell'ambito di una produzione autonoma su vasta scala. Non solo: WorkSense W-01 impara velocemente e vede tutto.

Epson presenta anche l'intera gamma di soluzioni robotiche dell'azienda, dai robot SCARA di nuova generazione ai sistemi di precisione a 6 assi. Tutti i robot Epson sono progettati per soddisfare le esigenze in continua evoluzione delle aziende europee, tra cui la crescente domanda di convenienti soluzioni automatizzate da parte delle piccole e medie imprese.

Per l'occasione, alcuni partner di lunga data operanti in vari settori e provenienti da diversi paesi europei mostreranno come hanno integrato le soluzioni Epson nelle proprie applicazioni aziendali. Quest'anno Epson è infatti affiancata dall'azienda svizzera Compar, dall'austriaca MiniTec e dalla tedesca PacTech.

Volker Spanier, responsabile per le soluzioni robotiche Epson nella regione EMEAR, ha dichiarato: "Con oltre trent'anni di esperienza nel mercato della robotica, Epson è una delle principali aziende tecnologiche del settore e, in quanto tale, continua a espandere la propria gamma di robot efficienti, compatti e di precisione. Tali soluzioni uniscono l'eccellenza tecnologica all'ampia comprensione delle esigenze dei clienti. Il robot dual-arm WorkSense W-01 è un importante passo verso il futuro, un futuro caratterizzato da una maggiore intelligenza robotica e da una progettazione ingegnosa, perfettamente in linea con l'ambiente di lavoro di domani."

All'interno dello stand saranno in mostra anche le seguenti soluzioni:

  • Robot SCARA Serie T

    Epson è leader nel settore dei robot SCARA entry-level e offre un'ampia gamma di prodotti. Con l'introduzione del robot T6-SCARA, caratterizzato da un raggio d'azione di 600 mm e un carico utile fino a 6 kg, il portafoglio Epson si arricchisce ulteriormente.

    Il robot SCARA T6 è ideale per le applicazioni di "pick-and-place": è in grado di gestire un carico utile fino a 6 kg, il doppio rispetto al suo predecessore T3.

  • Serie VT

    Semplici e convenienti, i robot antropomorfi della nuova serie VT sono stati ottimizzati per lo svolgimento delle funzioni preposte e grazie al controller integrato possono essere facilmente integrati nei sistemi esistenti senza necessità di eseguire complesse programmazioni.

    VT6-L arricchisce la gamma di robot dedicata ad automazioni di mansioni ripetitive. N6 completa l'offerta di Epson, con una cinematica rivoluzionaria per un robot industriale a 6 assi compatto con ingombro ridotto, ma con incredibile agilità.

  • Serie N

    Caratterizzati da un'elevata efficienza con un ingombro ridotto, i robot compatti a 6 assi della serie N sono estremamente manovrabili grazie al secondo asse rivolto verso l'interno.

    Il robot N6, dotato di un esclusivo braccio pieghevole, è stato progettato per svolgere attività in spazi ridotti garantendo maggiore efficienza rispetto agli altri robot. Inoltre, il braccio del robot N6 è più lungo (1.000 mm) e ha carichi utili più elevati (6 kg) del modello N2. Questo robot è la soluzione ideale per le operazioni di carico e scarico di piccoli dispositivi elettrici e parti automobilistiche da e verso le apparecchiature di test. È perfetto anche per riporre o recuperare dagli scaffali prodotti medici e di altro tipo. L'ingombro di installazione è inferiore a quello dei robot a 6 assi di generazione precedente. Il robot, inoltre, è in grado di raggiungere molti più punti, dall'estremità superiore a quella inferiore di uno scaffale. Tutte queste caratteristiche ottimizzano l'uso dello spazio all'interno degli stabilimenti, favorendo la produttività e l'efficienza.