Schneider Electric a IPACK-IMA 2018

L’azienda presenterà EcoStruxure, la piattaforma IoT aperta e interoperabile per il packaging

Dal 29 maggio al 1 giugno, Schneider Electric sarà a IPACK-IMA per presentare EcoStruxure – la sua piattaforma per il settore del packaging aperta, interoperabile e basata su IoT.

Componenti connessi, controllo periferico, applicazioni software e servizi: sono questi i tre livelli su cui si basa la trasformazione digitale di un settore in cui, per la competitività e il successo, sono necessarie soluzioni di eccellenza, senza margine di errore: a questo si aggiunge una capacità sempre più ampia di offrire soluzioni di robotica integrate, grazie anche a nuove partnership e al costante investimento in ricerca e sviluppo.

Lo stand di Schneider Electric riprodurrà una fabbrica in miniatura connessa e operativa, in cui i sistemi di automazione operano in modo integrato anche con i sistemi IT (data center) e i sistemi di gestione energia.

Durante l'evento, 11 aziende clienti racconteranno virtualmente la loro storia di innovazione e successo nel packaging con Schneider Electric, attraverso dei video proiettati in stand su un wall dedicato interamente alla digitalizzazione. Inoltre un corner dedicato ospiterà alcuni dei partner MIPP – Machine Integrator Partner Program di Schneider Electric: un programma di collaborazione, crescita, sviluppo del business pensato dall’azienda per gli OEM più innovativi.

Novità e anteprime per il mercato italiano

Tramite aree dedicate ai vari processi e i passaggi di produzione di uno stabilimento food – incentrandosi in particolare sulle fasi di imballaggio – i visitatori potranno anche scoprire le novità che l’azienda presenta nella sua offerta PacDrive.

  • Innovazione digitale nei processi: spiccano in questo ambito come novità l’ePAC M580 Safety. Il primo PAC con ethernet integrato che ha dimostrato di poter gestire il controllo connesso e intelligente di applicazioni varie e complesse, oggi integra in un unico componente funzionalità di controllo PLC e sicurezza. Particolarmente rilevante anche l’innovazione in ambito software, con la presentazione della piattaforma software per l’esposizione dei dati tecnici e di produzione delle Macchine EcoStruxure Manteinance Advisor.
  • Robotica integrata: a IPACK-IMA i visitatori potranno vedere in azione il nuovo robot Scara Lexium STS, presentato in Italia per la prima volta. Il robot è frutto dell’evoluzione della partnership tra Staübli e Schneider, è completamente integrato nella soluzione PACDrive3. Inoltre in fiera sarà presentato il Digital Twin, sviluppato in collaborazione con il partner VisualComponents.
  • EcoStruxure Machine per il packaging: la piattaforma per l’automazione di macchina connessa e integrata di Schneider Electric è il contesto in cui si inserisce pienamente l’offerta PacDrive dedicata al packaging. A IPACK – IMA saranno presentati al mercato componenti nuovi, come la linea di drive decentralizzati ILD 62.

Tutti i componenti connessi per l’automazione nei macchinari per il packaging proposti da Schneider Electric sono pronti per trasmettere dati e informazioni, ricreando con i dati un “digital twin” di macchine e linee, che consente di realizzare nuovi modi di interagire, operare, manutenere la base installata utilizzando software di supervisione e monitoraggio – anche aperti a terze parti – e tecnologie quali la realtà aumentata.

Troviamo quindi in IPACK-IMA una serie di soluzioni software Schneider Electric. In anteprima sul mercato italiano, sarà mostrata l’applicazione al settore packaging di EcoStruxure Machine Advisor, soluzione che consente il monitoraggio da remoto, il tracciamento, la manutenzione delle macchine attraverso una piattaforma disponibile in cloud che aggrega dati e informazioni per utilizzarli con applicazioni dedicate.

Per l’innovazione delle modalità operative troveremo EcoStruxure Augmented Operator, che usa la realtà aumentata per rivoluzionare le operazioni di manutenzione dei macchinari e degli impianti e un innovativo strumento di servizio, EcoStruxure Machine Pocket Service. Si tratta di una app che permette di fare diagnostica evoluta via dispositivi mobili (iOS) rilevando dati e informazioni pronti per essere condivisi in modo sicuro solo con chi ne ha necessità. La app consente – senza installare altro, senza usare software di programmazione, senza PC – di attivare una connessione con la macchina per effettuare diagnostica e manutenzione, catturando le informazioni “native” provenienti da componenti e controllori e potendo anche disporre sullo stesso device di documentazione, manuali, schede tecniche e altro ancora.

Infine, come elemento di particolare rilevanza in termini di integrazione fra sistemi di fabbrica e altri sistemi, troveremo il tema del controllo dell’energia sulla linea produttiva, con il software dedicato EcoStruxure Power Monitoring Expert e componenti “Plug & Play” come il meter PM 8000, che attiva in modo immediato monitoraggio di consumi e qualità dell’alimentazione.