Cognex lancia i terminali mobili modulari della serie MX

1143

Grazie al design modulare e allo speciale involucro, i nuovi lettori trasformano qualsiasi smartphone in un lettore mobile

Cognex progetta, sviluppa, produce e commercializza prodotti per visione industriale e lettura di codici a barre. Recentemente, l'azienda ha introdotto sul mercato i nuovi terminali mobili modulari della serie MX, che trovano applicazione soprattutto nel settore logistico. VTL, Vernetzte-Transport-Logistik, società di trasporto cooperativa con sede a Fulda, ha adottato i lettori MX-1502 di Cognex per il rilevamento mobile dei dati logistici.

Con l’obiettivo della flessibilità e sicurezza anche nel futuro, VTL ha scelto dispositivi Android. Insieme all'efficiente unità di scansione a gestione di immagini MX-1502 di Cognex, gli smartphone, protetti da un robusto involucro, diventano lettori mobili. VTL ha scelto i convenienti Samsung Galaxy J3 in combinazione con i lettori MX-1502.

Investimento sicuro, grazie al design modulare

Il design modulare dei lettori MX-1502, con lo speciale involucro in gomma e la protezione per il display, consente di utilizzare praticamente qualsiasi smartphone Android o iOS che, se danneggiato o obsoleto, può essere facilmente sostituito da un nuovo modello. La custodia per smartphone in policarbonato è robusta e protegge dall'acqua. Il lettore è quindi adatto agli impegnativi ambienti industriali e resiste anche a cadute sul cemento da ben 2 m di altezza, mantenendo integri sia l’unità di scansione sia lo smartphone. Le eventuali riparazioni, se necessarie, saranno ridotte rispetto al passato. Con l’MX-1502, VTL potrà sostituire soltanto i singoli componenti, come il dispositivo mobile o l'ottica, anziché tutto il lettore. I costi operativi saranno dunque inferiori a maggiore protezione dell'investimento.

Utilizzo immediato e senza intoppi

Per VTL il passaggio ai nuovi dispositivi è stato rapidissimo. La fase di implementazione, compreso lo sviluppo di un nuovo software e il passaggio di Windows CE su Android, ha richiesto meno di sei mesi. Daniel Stederoth, IT manager in VTL, ritiene che il progetto di integrazione dell'MX-1502 sia stato positivo: "Grazie alla struttura modulare dei terminali e con l'utilizzo di smartphone comunemente in commercio, abbiamo trovato una soluzione ottimale sia dal punto di vista dell'investimento sia da quello dei costi di funzionamento. Inoltre la carica ad induzione e le prestazioni delle batterie offrono notevoli vantaggi nell'uso".

Carica induttiva

I dispositivi MX-1502 si caricano in modo induttivo senza cavi. In questo modo non possono verificarsi usura o anomalie dei contatti. Il terminale mobile dispone di una batteria a polimeri di litio che alimenta sia l'unità di scansione che lo smartphone. Daniel Stederoth spiega l'importanza della prestazione delle batterie: "Con le apposite basi, la carica ad induzione avviene in modo molto semplice e senza usura dei contatti elettrici. Un deciso punto a favore rispetto alla concorrenza". L'impugnatura a pistola, disponibile come optional, adottata da VTL, contiene due batterie agli ioni di litio che moltiplicano la capacità di carica.