Il primo contatore del gas con tecnologia NB-IoT dichiarato conforme alle direttive UE per uso commerciale

1372

Il prodotto nasce grazie alla collaborazione tra Pietro Fiorentini e gli Open Lab NB-IoT di Huawei

Pietro Fiorentini, azienda specializzata nell'applicazione della tecnologia NB-IoT ai contatori intelligenti, ha annunciato che il modello di contatore RSE con connettività 3GPP NB-IoT è stato dichiarato conforme alle direttive UE. È il primo contatore del gas dotato di connettività NB-IoT sul mercato a ottenere le certificazioni UE RED (Radio Emission Directive), MID (Measuring Instrument Directive) e ATEX (Installations in Explosive Atmosphere).

Il prodotto è stato realizzato grazie alla collaborazione con Huawei – che supporta lo sviluppo della tecnologia NB-IoT attraverso partnership con specialisti del settore – e al suo ecosistema IoT "GLocal" (Global Local). Gli Open Lab NB-IoT di Huawei, collaborando con operatori europei, hanno fornito a Pietro Fiorentini un ambiente di test pre-integrazione per esplorare le potenzialità della tecnologia NB-IoT, nonché l'integrazione della soluzione end-to-end prima delle fasi di trial e distribuzione commerciale. Terranova Software ha contribuito con le proprie competenze allo sviluppo congiunto del sistema di acquisizione dati specifico per NB-IoT e di quelli di gestione dati dei contatori e di gestione della rete per garantire una connettività senza soluzione di continuità e l’integrazione complessiva della soluzione.

Le aziende di servizi possono ora gestire le loro reti in modo più efficiente e trasparente per i propri clienti poiché sfruttando questa tecnologia saranno in grado di sviluppare un modello di consumo più accurato e responsabile. Pietro Fiorentini ha già condotto con successo diversi test sul contatore del gas intelligente NB-IoT in Italia, Spagna, Cina, Portogallo, Iran, Svezia, Irlanda, Lituania, Estonia e Polonia.

Cristiano Nardi, Executive Chairman di Pietro Fiorentini, ha commentato: “Siamo orgogliosi di essere la prima azienda a ottenere tutte le approvazioni necessarie a introdurre sul mercato un contatore di gas intelligente NB-IoT. Ora siamo pronti per una produzione massiccia nelle nostre fabbriche in Italia e in Cina”.