Da Rockwell Automation ulteriori miglioramenti al suo DCS PlantPAx per chi opera nell’ambito del processo

634069.TIF

Intenzionata a supportare una gestione operativa del processo più intelligente, più sicura e più produttiva, Rockwell Automation ha annunciato un’evoluzione del suo DCS PlantPAx.

Il sistema di controllo distribuito, che in questi anni ha contribuito a rendere possibile la connettività continuativa e sicura tra il dispositivo in campo e la gestione aziendale sarà allineata agli standard di settore più diffusi per fornire un valore aggiunto alle industrie di processo.

Nel corso del 2018, ulteriori miglioramenti verranno apportati per aiutare le aziende a trarre il massimo vantaggio dal proprio DCS e a sfruttare più agevolmente i benefici derivanti dall’integrazione a livello di impianto nella Connected Enterprise.

Sarà così possibile ridurre i fermi non pianificati e a migliorare la disponibilità del sistema grazie al supporto per il protocollo PRP (Parallel Redundancy Protocol), uno standard industriale per architetture Ethernet ridondate che consente un controllo e una comunicazione più sicura verso gli I/O.

Questa nuova versione disporrà anche di un’interfaccia uomo-macchina (HMI) aggiornata e di strumenti di analisi per aumentare la produttività e migliorare l’efficacia operativa e delle funzioni di manutenzione.

Al suo interno sarà inclusa anche una versione aggiornata della Process Library allineata con i nuovi principali standard per la visualizzazione.
A tal fine, la libreria è stata ampliata per gestire anche l’integrazione intuitiva di dispositivi di protezione elettrica, basata sugli standard di comunicazione EtherNet/IP e IEC-61850 estendendo ulteriormente le capacità di controllo a livello di impianto e integrando anche la gestione di dispositivi elettrici, per eliminare la duplicazione dell’infrastruttura, semplificare l’implementazione e abbassare il TCO.