La visione artificiale secondo B&R

All’SPS IPC Drives di Norimberga lo specialista dell’automazione austriaco ha presentato la sua nuova soluzione di visione artificiale per i progettisti

Una flessibilità e un livello di integrazione senza precedenti. È quanto si ripromette di offrire la nuova soluzione di visione artificiale presentata sul prestigioso palcoscenico di SPS IPC Drives da B&R, intenzionato a aprire ai progettisti nuove opportunità di utilizzo della visione in automazione.

Finora, infatti, anche le soluzioni di visione artificiale più avanzate non godono di un’inadeguata integrazione nel sistema di controllo in generale.
Al contrario, la nuova proposta studiata dallo specialista austriaco è, invece, integrata sia a livello di strumento di progettazione, che di sistema operativo in tempo reale e di software applicativo.

In questo modo, diventa possibile utilizzare efficacemente i sensori, senza dover essere un esperto di visione. La competenza in tale disciplina è racchiusa negli appositi moduli software mappVISION, sviluppati ad hoc dagli ingegneri B&R.

Le potenziali applicazioni di questo sistema di visione artificiale spaziano da compiti relativamente semplici come la lettura di codici a barre, OVC e OCR, alle attività più impegnative che si trovano nei prodotti farmaceutici e nelle industrie del printing e del tessile.

Un interessante approfondimento sul prodotto completo di presentazione video, a cura di Andreas Waldl, Product Manager per la visione integrata, è disponibile qui.