Emirates Team New Zealand e Ansys tagliano il traguardo dell’America’s Cup

Il team si è avvalso della tecnologia di simulazione strutturale dei fluidi di Ansys per sviluppare e testare prototipi virtuali delle sue imbarcazioni

Emirates Team New Zealand, grazie alla tecnologia di simulazione Ansys utilizzata nella progettazione e ottimizzazione del suo yacht, ha sconfitto Oracle Team USA e si è aggiudicata la 35tma America’s Cup, 7-1.

La velocità è cruciale sull’acqua e piccoli cambiamenti possono fare la differenza tra primo e ultimo posto.

Emirates Team New Zealand si avvale della tecnologia di simulazione strutturale dei fluidi di Ansys per sviluppare e testare prototipi virtuali delle sue imbarcazioni — riducendo al minimo l’esigenza di realizzare costosi e impegnativi prototipi fisici. Il team ha valutato migliaia di condizioni operative per ogni design per analizzare le prestazioni della barca e fare gli aggiustamenti di progetto necessari prima dell’ingresso in acqua.ansys

Invece delle vele tradizionali, gli yacht cup-class odierni sono dotati di ali che trasformano il vento in forza propellente. Emirates Team New Zealand ha impiegato un esclusivo processo di sviluppo simulation-driven per ottimizzare geometria e struttura delle ali, garantendo massime performance e velocità utilizzando il minimo possibile di energia.

Ansys ci ha fornito un vantaggio nei confronti della concorrenza permettendoci di modificare la navigazione tradizionale”, conferma Nick Hutchins, CFD -Engineer, Emirates Team New Zealand. “Abbiamo sostituito le vele con ali e implementato un rivoluzionario sistema di cycling per sfruttare al massimo il movimento idrodinamico e aerodinamico. Ogni particolare dell’imbarcazione è stato analizzato con la simulazione. Elemento chiave del nostro processo di design, gli strumenti di simulazione di Ansys ci hanno assicurato significativi guadagni in produttività che, in ultima analisi, hanno portato a uno yacht più veloce e competitivo”.

Grazie alla suite di strumenti Ansys multiphysics integrati, compresa la simulazione di fluidi, strutturale e dei compositi, Emirates Team New Zealand ha realizzato una barca facile da gestire, rispettando i limiti di peso. La simulazione e successive ottimizzazioni si sono rivelate estremamente utili permettendo al team di registrare il 100 percento dei fly times durante le gare.

Emirates Team New Zealand è uno dei leader nell’innovazione a livello mondiale”, commenta Richard Mitchell, Lead Product Manager, Ansys. “Il team ha progettato un vascello best-in-class con I tool più intelligenti del mercato. In Ansys ci ispiriamo alle loro iniziative e non potremmo essere più orgogliosi di aver avuto parte in questa meritata vittoria”.