FieldServer apre le porte dell’Industrial Internet of Things

I gateway FieldServer IIoT consentono di integrare in maniera flessibile e affidabile dati provenienti da diversi dispositivi, supportando oltre 140 protocolli di comunicazione

Sierra Monitor, società californiana distribuita e supportata in Italia da ServiTecno, ha introdotto i gateway FieldServer IIoT e l’offerta FieldPOP che permettono alle aziende di portare in rete i dati provenienti dai dispositivi di campo – sensori, controllori e attuatori – mettendo queste informazioni al servizio dei decision maker a tutti i livelli e consentendo così di sfruttare appieno i benefici dell’Industrial Internet of Things.

Grazie ai gateway FieldServer IIoT è possibile integrare in maniera flessibile e affidabile dati provenienti da diversi dispositivi: i gateway supportano infatti oltre 140 protocolli di comunicazione, inclusi EtherNet/IP, Modbus/TCP, BACnet, LonWorks, Metasys di JCI, SNMP. L’utente può così ottenere elevate performance, interoperabilità e ottimizzazione di strutture e ambienti in applicazioni di building automation o anche di controllo di processo.

La moderna interfaccia di gestione basata su browser rende semplice l’individuazione dei gateway FieldServer IIoT sulla rete, consentendo di determinare facilmente status, impostazioni di rete, informazione sui nodi, descrittori di mappa e altro ancora. Con la stessa interfaccia semplificata si può operare il trasferimento di file per l’aggiornamento dei FieldServer in campo.

Ma non è tutto: grazie alla tecnologia SaaS FieldPop è possibile trasformare un semplice insieme di dispositivi di campo in una rete di device IIoT empowered. Che cosa significa? Che questi dispositivi potranno diventare “intelligenti” ed essere in grado di effettuare alcune operazioni di elaborazione in locale, offrendo all’operatore informazioni invece che semplici dati grezzi; comunicare i propri dati ai sistemi di supervisione utilizzando il linguaggio appropriato; comunicare i dati ad applicazioni in cloud.