SPS 2017, presentate le novità

In attesa del 23 maggio, gli organizzatori hanno illustrato i nuovi spazi espositivi e le novità dell’area Know how 4.0

Il 23 maggio, giorno di apertura di SPS Italia 2017, sembra ancora lontano. Ma gli organizzatori della fiera italiana dell’automazione hanno già presentato le novità della nuova edizione. Un’edizione che mira a nuovi record dopo che, lo scorso anno, ha chiuso con visitatori in crescita del 22% a fronte di un aumento dell’11% di espositori.

Presentando la nuova edizione Francesca Selva, Vice President Marketing & Events, ha illustrato il nuovo layout, basato su 4 padiglioni espositivi. “La nuova organizzazione consentirà di rendere più coinvolgente la fruizione dell’esposizione, garantendo ai visitatori due accessi al quartiere fieristico e bilanciando i flussi di visite agli stand fin dalle prime ore delle giornate di visita.”

La manifestazione sfrutterà inoltre il nuovo centro congressi della fiera di Parma, con sale chiuse e spazi rinnovati.

Know how 4.0 ancora protagonista

Confermato il progetto Know how 4.0, che sarà posizionato sempre nel padiglione 4 e metterà in mostra le demo funzionanti di applicazioni 4.0 delle aziende che aderiscono al progetto. Il progetto, a cui hanno già aderito 25 aziende, vede una crescita di interesse tra le realtà dell’Ict. Infatti, dopo la conferma di Cisco, sono in corso trattative con le principali aziende di questo ambito, che vedono nell’Industry 4.0 un’importante opportunità commerciale.

Nella stessa area i Digital Innovation Hub (DIH) – iniziativa sostenuta dalla Commissione Europea nell’ambito del progetto I4MS (ICT Innovation for Manufacturing SMEs) per portare innovazione nelle aziende e supportare le PMI nella digitalizzazione dei processi operativi – potranno fare mentoring e coatching gratuito alle aziende desiderose di conoscere le ultime novità in campo tecnologico e digitale.

Nell’area Know how 4.0, sarà attivo anche uno sportello, realizzato in collaborazione con PricewarterHouseCoopers, che fornirà informazioni sui processi, mentre Anie offrirà informazioni gratuite sulle tecnologie. “Per le Pmi italiane – ha spiegato Selva – SPS è un momento importante per comprendere l’evoluzione tecnologica, ma anche le opportunità offerta dal Piano Industria 4.0. Anche in considerazione del fatto che fare Industria 4.0 significa, per le aziende italiane, affrontare anche il revamping degli impianti esistenti. Per questa ragione presenteremo anche una serie di piccole realtà nazionali, in cui i nostri visitatori possano riconoscersi, che si sono dotate di impianti completamente automatizzati. Del resto è nostra intenzione rendere gli utenti finali sempre più protagonisti di SPS”.

Un anno ricco di appuntamenti

Per il team di Messe Frankfurt, però, SPS è solo uno degli appuntamenti che ruotano intorno al monto dell’automazione.

Selva ha infatti presentato anche il calendario degli appuntamenti del 2017 che, dopo la fiera di maggio, proseguirà con E2Forum (Milano, giugno), Forum Meccatronica (Ancona, 28 settembre) e Forum Telecontrollo (Verona, ottobre 2017).

Sono inoltre previsti una serie di momenti di confronto per la diffusione di una cultura 4.0 capillare sul territorio:

22 febbraio, Teatro delle Muse, Ancona: Tavola Rotonda “Le 4 A del Made in Italy nel distretto marchigiano. Abbigliamento, arredamento, alimentare e automazione”.

29 marzo, Belvedere di San Leucio, Caserta: Tavola Rotonda “Tecnologie digitali per la competitività”, divisa in due sessioni: “Le industrie del territorio a confronto” e “Reti e città del futuro”.

12 aprile, CNH Industrial Village, Torino: Tavola Rotonda “Automotive e Manifattura 4.0: un connubio vincente”.