Al CIGRE 2016 di Parigi le soluzioni per rinnovabili, smart cities e i network di trasmissione firmate da Selta

Il made in Italy delle tecnologie per le reti elettriche punta ai mercati mondiali con le nuove soluzioni “smart” di Selta: l’azienda di Cadeo (Piacenza) sarà tra i protagonisti del CIGRE 2016, il principale forum mondiale dedicato alle grandi infrastrutture per la trasmissione e la gestione dell’energia che si tiene a Parigi dal 21 al 26 agosto prossimi. L’azienda italiana presenta una serie di sviluppi innovativi per il settore, parte dei quali frutto della sperimentazione condotta in questi ultimi anni nell’ambito di progetti di ricerca avanzati in ambito europeo (GridEU, in particolare, in collaborazione per la parte italiana con Enel) e in campo nazionale con i progetti incentivati previsti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e per il Gas.

Elemento comune nelle novità presentate dall’azienda italiana, che punta in questo modo ad accrescere ulteriormente la propria presenza nei mercati internazionali, è la convergenza tra tecnologie IT, automazione e sicurezza, tre dei “pilastri” portanti della sua offerta. “Il mercato elettrico sta vivendo una trasformazione senza precedenti per l’effetto combinato di elementi quali la riduzione dei prezzi dell’energia associata con un contenimento della domanda, la sfida rappresentata dal nuovo paradigma delle fonti rinnovabili, per loro natura fortemente distribuite e dall’andamento difficilmente prevedibile, senza trascurare i nuovi standard di sicurezza e protezione richiesti per le infrastrutture strategiche e le reti elettriche in particolare”, dice Daniele Mezzadri, Leader Market Unit Energy & Automation dell’azienda.

Tra le novità al CIGRE 2016 è il nodo intelligente STCE-R, una unità compatta di controllo in grado di svolgere compiti locali di automazione d’impianti e di raccolta dati verso sistemi di comando centrali, che trova nuove aree di applicazioni nell’ambito di sistemi urbani di servizio (es. telecontrollo illuminazione) o nel collegamento tra impianti solari ed eolici con la rete a media tensione. Ulteriori sviluppi sono stati annunciati nel campo dei sistemi di comunicazione su rete elettrica (PLC) per media tensione, una sorta di anteprima mondiale interamente made in Italy, nonché soluzioni integrate per il controllo guasti nelle reti a media e alta tensione, nuove tecnologie di protezione integrata dei trasformatori, sistemi di controllo degli apparati delle sottostazioni elettriche collegati alla LAN e ai computer di controllo delle stazioni.