Automatica 2016: tutto il mondo dell’automazione in vetrina

Al salone saranno presenti dalle tematiche più attuali alla robotica classica, dai sensori di visione alle pinze per saldatura a punti, fino ai robot per carichi pesanti

Dal 21 al 24 giugno il salone Automatica sarà il primo appuntamento dell’anno a riunire tutti i maggiori costruttori di robot che presenteranno le novità più recenti. Finiti i tempi in cui i progressi tecnologici riguardavano solo piccoli dettagli, le soluzioni in vetrina a Monaco di Baviera inaugureranno una nuova era dell’automazione nell’ambito della collaborazione fra uomini e robot e dell’Industria 4.0.

Il business della robotica sta esplodendo in tutto il mondo. Secondo i dati della Federazione Internazionale di Robotica IFR, il comparto dei robot industriali ha stabilito un nuovo record nel 2015 con un incremento delle vendite dell’8%. Il numero di robot industriali venduti in tutto il mondo ha così superato per la prima volta la soglia delle 240.000 unità.

I dati delle vendite mondiali di robot industriali nel 2015 confermano che il settore sta vivendo una fase di grande crescita ed entusiasmo,” afferma Per Vegard Nerseth, Managing Director, ABB Robotics. “Nel corso del 2016 i tradizionali motori di crescita del settore verranno supportati dalla forte domanda di soluzioni nell’ambito sia dell’Internet of Things (IoT) sia dei servizi alle persone. Sono dell’avviso che questi sviluppi consentiranno a tutti gli attori del mercato di realizzare nuovi record anche quest’anno”.

MRC/HRC: arriva sul mercato una nuova generazione di robot

I robot collaborativi aprono anche alle medie aziende scenari rivoluzionari per implementare sistemi di produzione di altissimo livello tecnologico, completamente automatizzati, per ridurre i costi a beneficio della propria competitività. Le aziende costruttrici di robot collaborativi seguono diverse strade e strategie. Mentre alcune case, fra cui ABB, Kuka, Universal Robots, Yaskawa e altre, puntano su macchine specifiche per la collaborazione uomo-robot (MRC o HRC), altre come Stäubli e Fanuc sviluppano i loro robot standard per applicazioni collaborative. Il grande vantaggio per i visitatori di Automatica è la possibilità di incontrare in fiera tutti i maggiori produttori e mettere direttamente a confronto le varie proposte.

Industria 4.0 e MRC

Stäubli mostrerà le prestazioni della nuova famiglia di robot a sei assi TX2 con numerose demo presso il proprio stand ad Automatica, mai così grande. In una “fabbrica intelligente” estremamente realistica, diversi modelli TX2 collocati in più celle concatenate daranno prova della loro compatibilità con l’Industria 4.0 e delle loro doti collaborative. In particolare, per la prima volta verrà impiegato il robot mobile autonomo HelMo, un’evoluzione del TX2 a sei assi per applicazioni mobili.

Anche allo stand di Kuka si potranno vedere le macro tendenze della robotica: sistemi di produzione all’insegna della flessibilità e della connettività 4.0, robot dal funzionamento intuitivo e soluzioni collaborative. In un impianto produttivo connesso ricostruito all’interno del proprio stand, Kuka mostrerà i robot per l’Industria 4.0, fra cui il modello mobile collaborativo KMR iiwa e il sistema Cyclone Carrier per le operazioni di stoccaggio nei magazzini a scaffali Swisslog. Attraverso il pacchetto Swisslog Software Warehouse Manager WM 6, tutti i componenti della Smart Factory possono comunicare fra loro e conoscere lo stato operativo di ciascun componente.

Il mondo verde di CR sull’autostrada gialla

La “Yellow Highway” sarà il palcoscenico sul quale Fanuc e 24 aziende partner presenteranno tutta la gamma di robot. Fra le novità spiccano il robot collaborativo CR-7iA e il “peso massimo” M-2000iA con una capacità di carico di 2.300 kg. In evidenza anche il “mondo verde di CR”, dove verranno proposti semplici esempi applicativi e idee originali per l’utilizzo dei robot collaborativi. Nello stand da oltre 3.000 metri quadrati ci sarà spazio anche per idee e soluzioni dei system integrator. Ai partner della prima ora di Automatica si sono aggiunti nuovi integratori. “Quest’anno avremo un numero record di presenze,” annuncia con soddisfazione Olaf Kramm, amministratore delegato di Fanuc Deutschland, che sarà ad Automatica insieme al suo team internazionale.

Automatica mette in vetrina tutto il mondo dell’automazione

Per le esigenze della nuova era della produzione digitale, l’istituto Fraunhofer IPA presenterà diverse proposte in vari ambiti, dall’interazione fra persone e postazioni di lavoro, al rapporto fra prodotti e automazione o infrastruttura IT e connettività, evidenziando il valore aggiunto di un concetto di produzione orientato all’Industria 4.0.

Accanto alle tematiche più attuali, Automatica mette in vetrina tutto il mondo della robotica classica, dai sensori di visione alle pinze per saldatura a punti, fino ai robot per carichi pesanti. “Automatica presenta l’automazione in tutte le sue sfaccettature, insieme ai protagonisti del settore. Il salone rappresenta così l’appuntamento più importante dell’anno per molte aziende. Gli operatori potranno vedere come le visioni futuristiche dell’automazione siano ormai diventate realtà,” dice Gerald Vogt, amministratore delegato di Stäubli Robotics.